“La ville noire” nella mostra di Giovanni Troilo da OPS

La mostra aprirài battenti venerdi 6 luglio alle 19.30

la ville noire
Share

LIVORNO – “OPS – spazio dedicato alla fotografia”, parte del progetto “Garibaldi TOP” ospiterà  la mostra fotografica “La ville noire, the dark heart of Europe”, del regista e fotografo Giovanni Troilo, che inaugurerà venerdì 6 luglio dalle 19.30 (in via Pellegrini n 5)

La Ville Noire (La Città Nera) è Charleroi, nei pressi di Bruxelles e rappresenta l’Europa intera: il collasso della produzione industriale, l’aggravarsi della disoccupazione, l’incremento dell’immigrazione, la diffusione della microcriminalità, la regressione del benessere sociale e la perdita di un’identità condivisa.

Tutto questo fa parte di un viaggio alle radici della famiglia dell’autore, che nel 1956 si trasferì dall’Italia al distretto di Charleroi, per lavorare nell’industria dell’acciaio. Da allora molto è cambiato, e molte persone si sono ritrovate senza niente da condividere. Oggi, il malessere sociale è parte integrante della vita dei cittadini. Le strade, un tempo fiorenti e pulite, appaiono desolate e abbandonate, le fabbriche stanno chiudendo e la vecchia zona industriale è inghiottita dalla vegetazione spontanea. La stessa cosa sta succedendo, su scala più vasta, in tutto il Vecchio Continente.

A differenza della maggior parte delle storie di questo genere, che tendono a concentrarsi sulla periferia d’Europa, questo progetto invita a puntare lo sguardo sul suo cuore. L’idea del progetto è nata qualche anno fa, quando l’autore ha voluto intraprendere un’indagine sulla propria identità, ma la storia che racconta è quella di noi tutti abitanti del Vecchio Continente, legati alla Comunità Europea e ai dibattiti politici e sociali che la nascita dell’UE ha portato nelle nostre vite, nei nostri sogni e nelle nostre ambizioni.

La mostra si concluderà il 4 agosto. L’8 luglio Proiezione ‘Coeurope’ presso Buzz Kill via Oberdan 14.

Info: opsazio@gmail.com, 3287171393.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*