Villa Trossi, fiaba e affabulazione nelle opere di Fabio Leonardi

Quattordici grafiche sono dedicate ai personaggi di Pinocchio

fabio leonardi
L'immagine non è un'opera di Fabio Leonardi
Share

LIVORNO – “Rebus. Dipinti, grafiche, scenografie” è il titolo della mostra di Fabio Leonardi che si terrà a Villa Trossi (via Ravizza, 76) con inaugurazione oggi, 4 agosto, alle 18.

Sono esposte alcune delle opere più significative dell’artista che fa della fiaba e dell’affabulazione (Rebus, appunto come in una canzone di Paolo Conte) il punto di vista privilegiato: dieci dipinti, quattordici grafiche dedicate ai personaggi di Pinocchio, tema sul quale Leonardi ha molto lavorato anche collaborando con la Fondazione e il Parco Collodi, nove disegni a chine, quattro sculture e quattro costumi di scena di personaggi teatrali. È presente anche un catalogo con testo critico di Luigi Bernardi.

Leonardi, pittore, illustratore, scenografo, scultore, grafico, fumettista e insegnante, è nato nel 1978 a Livorno, dove vive. Formatosi all’Istituto d’Arte “F. Russoli“ a Pisa e successivamente all’Accademia di Belle Arti di Firenze, si è poi laureato in Discipline Pittoriche con il massimo dei voti all’Accademia di Carrara. Artista poliedrico che unisce numerosi aspetti dell’arte figurativa e sembra utilizzare il suo mestiere come uno spontaneo divertimento comunicativo, con il quale esprime, in tratti e colori vivaci, la sua fantasia.

La mostra visitabile fino al 26 agosto, a ingresso libero è aperta il sabato e la domenica con orario 17-20 e durante tutte gli eventi di “Estate a Villa Trossi”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*