Via alla rassegna di polifonia “Città di Livorno”

Cinque concerti con inizio sabato 18 novembre

rassegna polifonia
Da sx: Giovanni Testa, Luca Stornello, Francesco Belais, Mrinella Viscusi e Marcello Mursiani. Foto: Va.Cap.
  • di Valeria Cappelletti:

LIVORNO – Cinque appuntamenti di musica polifonica a cura del Coro Rodolfo Del Corona. Torna con la 14esima edizione la rassegna di polifonia “Città di Livorno” che vedrà la partecipazione di alcuni dei cori più prestigiosi a livello internazionale.

Un momento della conferenza stampa. Foto: Va.Cap.

La rassegna partirà sabato prossimo, 18 novembre, con il coro “Cappella Odak” di Zagabria (Croazia) diretto dalla Maestra Jasenka Ostojic. “Un coro molto interessante – ha detto il maestro Luca Stornello, direttore artistico della rassegna – fatto di giovani che cantano da quando erano bambini. L’abbiamo portato a Livorno sia perché si tratta di un coro di alto livello, ma anche per dimostrare che si può cantare insieme anche da giovani. Noi puntiamo su questo intento, di diffondere la passione nei giovani. Nel nostro coro abbiamo accolto 3 under 30 ed è un aspetto molto importante”. A guidare il coro di Zagabria un Maestro donna, così come per il secondo appuntamento previsto per il 25 novembre al Museo di Storia Naturale con il Coro Polifonico Turritano di Porto Torres (Sassari), diretto dalla Maestra Laura Lambroni. “Si tratta di una delle formazioni più importanti d’Italia – ha continuato Stornello – che ci proporrà un programma basato sulla polifonia storica dal Rinascimento al ‘900“.

Altro importante coro sarà quello che si esibirà sabato 2 dicembre, presso la Chiesa di San Ferdinando, in Piazza Anita Garibaldi. Si tratta del Coro Vocalia Consort di Roma. “Sarà la ciliegina sulla torta – ha proseguito Stornello – diretto dal maestro Marco Berrini. Il concerto si baserà sui “mottetti” di famiglia Bach, quindi non solo sulle musiche del più famoso Johann, ma sui membri dell’intera famiglia”. Il maestro Berrini, inoltre, dal 2 al 3 dicembre, sarà il docente di un corso di vocalità per cori realizzato grazie al sostegno dell’Associazione Cori della Toscana.

A concludere la rassegna altri due appuntamenti: domenica 3 dicembre presso la Sala del Mare del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, si svolgerà il concerto finale dei cori partecipanti al corso del maestro Berrini e mercoledì 20 dicembre il Coro Rodolfo Del Corona offrirà alla cittadinanza il Concerto di Natale presso la Chiesa di San Benedetto in Piazza XX Settembre.

“Il Coro del Corona – ha detto Francesco Belais, assessore alla cultura – arricchisce l’offerta culturale e musicale della città, inoltre il fatto che si tratti di una rassegna di musica corale in un periodo che si avvicina al Natale è un plus per la nostra Livorno”.

La rassegna è inserita nell’ambito del progetto “Diamo voce a Livorno“, che vede i principali cori e corali cittadini e non solo, esibirsi nelle chiese per raccogliere fondi a favore degli alluvionati e che sta avendo: “Un grande successo – ha detto Franco Bocci, direttore artistico e organizzatore di “Diamo voce a Livorno” – in quattro serate abbiamo già raccolto 3mila euro, di cui 2mila solo nella serata del 30 ottobre dedicata al Requiem di Mozart”.

“Il nostro obiettivo – ha concluso Giovanni Testa, presidente del Coro Rodolfo Del Corona – è far conoscere a un target di nicchia sempre maggiore la nostra città, non solo dal punto di vista musicale ma anche culturale, mostrandone le bellezze”.

La rassegna ha il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Livorno, del Rettorato della Cattedrale, della Diocesi di Livorno e del Teatro Goldoni. Inoltre ha il sostegno dell’Associazione Cori della Toscana, la Fondazione Livorno, il Grande Oriente d’Italia – Oriente di Livorno, l’Associazione Guide Storiche di Livorno che avranno il compito di mostrare la nostra città ai vari cori che arriveranno a Livorno, l’Associazione “Quartieri Uniti”, la “Associazione Culturale Sarda – Quattro Mori”, la Associazione “Vivi San Jacopo”, l’Hotel Ariston, “Roberto Napoli” e la Casa Editrice Sillabe.

L’ingresso ai concerti è gratuito. I concerti avranno inizio tutti alle 21.15, a eccezione di quello del 3 dicembre che inizierà alle 17.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*