Vertigo, una sala teatro in ricordo di Enzina Conte

Marco Conte: "Cercheremo di renderla immortale con varie iniziative"

Il teatro vertigo dedica una sala a Enzina Conte, madre di Marco Conte
Enzina Conte

LIVORNO – Il teatro era la sua casa e così a Enzina Conte, fondatrice insieme al figlio Marco Conte, della scuola di arti sceniche Vertigo, verrà dedicata una sala del teatro di via del Pallone 2.

A Enzina Conte, indimenticabile insegnante di centinaia di attori livornesi e non, scomparsa il 13 ottobre scorso, sarà dedicata una breve ma toccante cerimonia il prossimo sabato 12 gennaio alle ore 18 al Vertigo.

“Cercheremo di renderla immortale il più possibile con varie iniziative – ha detto Marco Conte, presidente dell’associazione culturale Vertigo – Questo è solo il primo passo. Nel centro Vertigo abbiamo dedicato le aule didattiche a persone di rilievo. Abbiamo l’aula Michele Panicucci giovanissimo attore della compagnia scomparso in un incidente, l’aula Eleonora Duse, la cui allieva Marchesa Fabbricotti è stata la prima insegnante di recitazione di Enzina Conte, l’aula Tina Andrey, grandissima attrice vernacolare ed eccelsa cantante; non poteva mancare la sala teatro Enzina Conte. Tutti gli artisti livornesi e la cittadinanza sono invitati”.

Sempre sabato 12 alle ore 21, adrà in scena la nuova replica di “Dove si mette la vecchia?“, commedia in vernacolo di Gino Lena, che ha riscosso grande successo il 26 dicembre e il 31 dicembre. Prevista un’altra replica domenica 13 alle ore 17.

Per info e prenotazioni: 0586210120.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*