“A vele spiegate verso nuovi traguardi”: convegno contro le leucemie

Informare i cittadini sui traguardi raggiunti dall'ematologia toscana

a vele spiegate
Da sx: Leonardi, Capochiani, Dhimgjini, Baldi, Corti, Belfiore. Foto: Va.Cap
  • di Valeria Cappelletti:

LIVORNO – Leucemie, linfomi, mielomi, come si sono evolute le cure per sconfiggerli? Cosa ha scoperto la scienza? Quali notizie che i cittadini possono trovare sul web sono vere e quali sono delle fake news? A fare chiarezza ci penserà il primo convegno di onco-ematologiaA vele spiegate verso nuovi traguardi” che si terrà sabato 10 marzo, presso la Camera di Commercio di Livorno. L’iniziativa è stata presentata da Ina Dhimgjini, assessore alla sanità, Enrico Capochiani responsabile del Reparto di Ematologia dell’Ospedale di Livorno, Alessandro Baldi presidente AIL Livorno ed il vicepresidente Andrea Leonardi, Gabriella Corti e Ginevra Belfiore di AIL.

“Questo convegno – ha sottolienato Capochiani – si prefigge tre obiettivi fondametali: parlare dell’ematologia in Toscana che ha una lunga storia di successi in questo campo, fare il punto sotto il profilo scientifico per informare i cittadini e i pazienti che rappresentano i veri destinatari di questa iniziativa, infine, vogliamo fornire ai pazienti gli strumenti per districarsi tra informazioni spesso tra loro contraddittorie”.

“A vele spiegate verso nuovi traguardi” è promosso da AIL (Associazione Italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma) con il patrocinio del Comune di Livorno, dell’ Azienda USL Nord Ovest e della Camera di Commercio Maremma e Tirreno. Interverranno all’iniziativa molti relatori di alto livello: “Dalle malattie leucemiche si può guarire – ha detto Baldi – le speranze oggi si sono quadruplicate“.

Il convegno avrà inizio alle 9 e terminerà alle 13. Interverranno i relatori: Pierluigi Rossi Ferrini, Sergio Amadori, Alberto Bosi, Mario Petrini, Monica Bocchia, Sara Galimberti, Edoardo Benedetti e Alessandro Sanna. Per il programma dettagliato clicca qui.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*