Utopic Art Festival, a Livorno quattro giorni di arte sotto ogni forma

30 artisti esporranno con ingresso gratuito alla Villa del Presidente

L'Utopic Art Festival è una manifestazione che racchiude in sé tutte le forma di arte si svolgerà alla villa del presidente dal 18 al 21 aprile
Da sn: Davide Razzauti, Selene Rela, Ascanio Da Rin Casetta, Antonio Fogli
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Quattro giorni immersi nell’arte a 360 gradi: fotografia, pittura, scultura, ballo e yoga, arti figurative, performance, proiezioni, musica.

Quando un gruppo composto da cinque giovani ragazzi livornesi, artisti, con tanta voglia di fare, si mettono insieme non può nascere che qualcosa di eccezionale come è l’Utopic Art Festival.

La prima edizione di questo Festival si svolgerà dal 18 al 21 aprile nelle suggestive stanze della Villa del Presidente (via Marradi 116). Ingresso libero. Un luogo così magico, purtroppo poco utilizzato e anche poco conosciuto, che si riempirà di arte permettendo a tutti i livornesi di ammirare i tanti affreschi che lo abbelliscono e di conoscere ben 30 artisti toscani, molti dei quali livornesi.

A organizzare l’Utopic Art Festival sono i ragazzi della Raw Film Factory cioè Selene Rela, Ascanio Da Rin Casetta, Antonio Fogli, Giulia Domenici  e Davide Razzauti.

L'Utopic Art Festival è una manifestazione che racchiude in sé tutte le forma di arte si svolgerà alla villa del presidente dal 18 al 21 aprile
Una delle foto di “Diversamente”

Allestita in ogni stanza del palazzo, l’esposizione, come già abbiamo accennato, proporrà 30 artisti tra singoli e gruppi provenienti da varie città della Toscana per un totale di circa 130 opere e ci saranno anche due truck, camioncini, nel giardino della Villa con street food e birreria artigianale.

La diversità come un valore

“Il Festival – racconta Selene Rela – è nato con l’obiettivo di ringraziare Giovanni Balzaretti (docente del Teatro Agricolo che ha la sua Bottega nella Villa) e che ci ha accolto nella struttura. Poiché il suo sogno era di vederla vivere, abbiamo creato il progetto fotografico “Diversamente” nato in particolare da me e dalla mia malattia per la quale ho combattuto molto. La malattia mi costringeva a indossare un busto che spesso mi ha fatto sentire diversa rispetto agli altri soprattutto perché subivo gli sguardi di disgusto, le domande troppo dirette, le occhiate malvagie delle persone. Così insieme a Davide e ad Antonio abbiamo pensato a un progetto che puntasse sulla diversità come valore e abbiamo fotografato persone con handicap fisici, di diversa razza, sessualità, religione. Poi però ci siamo detti, perché non andare oltre e creare un festival? Una realtà che qui a Livorno non esiste? Da qui il termine Utopic e così abbiamo contattato alcuni artisti, altri si sono offerti di partecipare e abbiamo raggiunto un numero talmente elevato che abbiamo dovuto chiudere le adesioni”.

Il Crowdfunding

L'Utopic Art Festival è una manifestazione che racchiude in sé tutte le forma di arte si svolgerà alla villa del presidente dal 18 al 21 aprile
Foulard ideato e creato da Davide Razzauti ispirandosi alle Terme del Corallo

Il percorso di Utopic Art Festival è libero e l’ingresso è gratuito: “Chi vuole può lasciare un’offerta – ha proseguito Selene – perché crediamo che l’arte sia di tutti e che ognuno debba essere libero di venire e vedere l’evento senza pagare, ovviamente portando rispetto alla struttura che ci ospita per gentile concessione del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo che ha in gestione la Villa. Come Factory ci stiamo autofinanziando perché nessun ente né privato né pubblico ci aiuta e così chiunque volesse può partecipare alla raccolta fondi sul sito Gofundme. Al momento abbiamo raggiunto la cifra di 1.145 euro su 1.500 euro che andranno reinvestiti nell’organizzazione dell’evento e per un rimborso spese per gli artisti che verranno da fuori Livorno”.

Gli artisti

Ma vediamo nello specifico gli artisti che parteciperanno e le loro opere (come indicato dagli organizzatori):

Settore fotografico, esporranno:

Antonio Fogli: fotografo emergente, che allestirà una mostra di ritrattistica e foto del passato restaurate;
Manuele Gumina: fotografo analogico emergente. Porterà delle stampe di foto scattate a rullino digitalizzate. Foto di reportage urbano europeo.

Settore Street, Arti figurative ed incisioni, esporranno:

L'Utopic Art Festival è una manifestazione che racchiude in sé tutte le forma di arte si svolgerà alla villa del presidente dal 18 al 21 aprile
Maschera di Giovanni Balzaretti

Teatro Agricolo: composto da Giovanni Balzaretti e Guillon Balzaretti (coorganizzatori del festival). I due terranno un cantiere di costruzione, personificazione della maschera del teatro. Durante questi giorni, i frequentatori del corso impareranno a costruirsi la propria maschera in cuoio. Il periodo sarà dal 19 al 22 aprile.
Per informazioni e iscrizioni: info@mascherecommediadellarte.it – 3405632687;
Ninjart, pittore, graffitaro e street artist terrà una mostra con i suoi nuovi quadri in stile prettamente pop;
Eriko Furukawa artista giapponese che porterà i suoi quadri, realizzerà in loco disegni con il sale e performance interattive legate a una disciplina giapponese che la famiglia si tramanda da 16 generazioni ed è legata al portamento, mostrerà anche la cerimonia del kimono;
Rame13 giovanissima e nota artista dello streetart, durante l’evento esporrà le sue illustrazioni e tavole da skate decorate;
MessoPerInciso (Silvia Mori) che sporrà le sue serigrafie e incisioni realizzate a fuoco su vari supporti;
Alessia Pinzauti giovane pittrice e attuale studente allo IED di Firenze esporrà una mostra di ritratti in stile orientale;
Jao Fab artista di Solvay, tatuatore, street artist specializzato in calligrafia esporrà tavole e disegni calligrafici in chiave street art;
– Nel salone delle conferenze l’Utopic Art Festival ospiterà 4 pannelli con le fotografie di “Diversamente” realizzate da RawFilm (Selene Rela e Ascanio Da Rin Casetta) in collaborazione con Dawid (Davide Razzauti) make Up Artist&Stylist”; con loro anche l’artista Mozzart, writer, fotografo, grafico e illustratore, e Rame 13. Saranno esposte 20 immagini che ritraggono persone non udenti, modelle senza la propria protesi alla gamba, persone down, atleti su sedie a rotelle e persone che hanno combattuto o combattono tutt’ora contro un tumore. In una stanza vicina sarà allestito uno studio fotografico con stampante a sublimazione con possibilità per chi vuole di farsi una foto e stamparla sul momento;
Silvia Conflitto pittrice, ritrattista e illustratrice, ha conseguito il diploma di pittura e scultura all’istituto d’arte “F. Russoli” di Pisa, esporrà i suoi lavori e oggetti decorati a mano;
Pesce Fresco (Stefano Pilato), livornese, creerà un percorso interattivo con opere fluerescenti legate al mare ed esporrà sculture con materiali di recupero e riciclo urbano;
Sole scultore livornese scolpisce corpi di sirena all’interno di piccoli sassi, presenterà le sue miniature;
Chico39 artista labronico, personalizzatore di skateboard incisi a mano;
– Altri ospiti, verranno annunciati a sorpresa durante l’evento molto noti e acclamati dal pubblico giovanile interessato all’arte.

Settore Fashion Design:

L'Utopic Art Festival è una manifestazione che racchiude in sé tutte le forma di arte si svolgerà alla villa del presidente dal 18 al 21 aprile
Davide Razzauti

Dawid (Davide Razzauti) studente di moda e fashion designer allo IED di Firenze, esporrà capi della sua piccola collezione ispiratasi alle “Terme Del Corallo” di Livorno. Con la partecipazione all’evento dell’Associazione ONLUS “Terme del Corallo”;
Noell Maggini ragazzo con origini dell’est e famosissimo stilista di spicco sul territorio fiorentino. Ha partecipato facendo sfilare le sue collezioni durante gli eventi di moda “Pitti Uomo 95” e “Pitti” presenterà gran parte della sua nuova collezione di vestiti in stile barocco-punk, le sue scelte stilistiche di tessuti e materiali, ricordano i motivi proposti negli affreschi di Villa del Presidente. La sfilata si svolgerà sabato 20 aprile nella sala delle conferenze.

Settore Performance e istallazioni:

Superfluo professore del liceo scientifico di Viareggio, collaboratore del Vernacoliere, dedica la sua vita all’arte. Organizza mostre sul territorio lucchese, e mostre che sono arrivate fino a colpire l’interesse e la critica di Vittorio Sgarbi. Durante i giorni del festival, Superfluo insieme a Luca De Gaetani e Azzurra Casamassima, esporranno l’installazione artistica chiamata “Superfluo” con pannelli di cellofan trasparenti reagenti all’UV (raggi ultravioletti). Sarà una stanza emozionale;
Moon Child (Giulia Domenici) artista livornese realizzerà installazioni a forma di medusa simili ad acchiappasogni con l’uso del superfluo;
VidRaw, giovani ragazze studenti all’Accademia di Belle Arti di Carrara, specializzate nelle installazioni video e video-making, proporranno performance di video e installazioni, dove gli ospiti, dovranno interagire con dei cellulari guardando dei video, che fanno riflettere su quanto la tecnologia allontana le persone dalle relazioni interpersonali.

Settore musica e ballo:

– Il giorno dell’inaugurazione di Utopic Art Festival, giovedì 18 aprile, sarà presente l’associazione di danze orientali Karabà. La maestra Nada Al Basha, proporrà con il suo gruppo un’ora di danze orientali e del ventre;
– Venerdì 19 sarà dedicato all’hiphop con i concerti di Atox cantante emergente di Firenze che prosenterà il suo nuovo singolo, e Vandel Supersonica e Gi Punto, cantanti emergenti livornesi;
– Sabato suoneranno i Three Minds, gruppo dj di Livorno;
– Domenica, a chiusura, giornata metal-punk con i Junkie Tones, gruppo emergente di Livorno che fa rock e gli Hot Cherry Band, gruppo labronico hard rock\metal.

Saranno presenti anche:
Francesco Frigiotti maestro di Acro yoga che ogni giorno terrà 3 incontri da 15 minuti l’ora dando una piccola dimostrazione e assaggio dell’acro yoga;
Marco Conteras giovane concorrente labronico di Italia’s Got Talent, ballerino di spicco e molto conosciuto nel mondo della break dance porterà alcuni allievi del suo corso, facendoli esibire in coreografie di hip hop.
Lorenzo Torrisi, dj chill out;
Greta Franchini;
– l’Associazione Reset.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*