Tutti con il naso all’insù per vedere Marco e Alessandra danzare sul Silos

Ieri pomeriggio la Compagnia Mattatoio Sospeso per il Festival Con-fusione

Alessandra e Marco in un dolce abbraccio durante la loro esibizione. Foto: Glauco Fallani
Share

Pubblicato ore 18:40

  • foto e articolo di Glauco Fallani

LIVORNO – Nuovo appuntamento al Silos Granaio in prossimità del Terminal Crociere, questa volta nell’ambito della rassegna del Festival Con-fusione organizzato dal Teatro della Brigata/Orto degli Ananassi.

“Les amants du ciel”. Questo il titolo dello spettacolo della Compagnia Mattatoio Sospeso, che si è svolto ieri, 5 settembre, nel tardo pomeriggio, interamente all’aperto con i due protagonisti addirittura sollevati dal suolo.

Una compagnia volante, insomma, fondata da Marco Mannucci nel 2006, che intende basarsi sulla poetica del non ordinario, cercando di riproporre e sfruttare sul momento sensazioni ed echi non usuali a partire dalle visioni sospese di Chagall. Lo scopo è quello di trasportare il pubblico, dopo averlo coinvolto con esilaranti gag da teatro di strada, in un’altra dimensione: la dimensione onirica dove tutto può accadere. Non ci sono più regole, se non quella di tenere i presenti con il naso all’insù nel seguire il volo degli acrobati fino a portare un po’ tutti a sognare ad occhi aperti.

I due acrobati, lo stesso Marco Mannucci e Alessandra Lanciotti del cirque suspendu, si sono esibiti con successo in uno spettacolo la cui seconda parte è tutta verticale mediante una danza acrobatica che ha fatto divertire ma che ha anche tenuto il pubblico presente con il fiato sospeso. Marco e Alessandra appesi ad alcune corde hanno danzato e proposto acrobazie sulla facciata del Silos come se si trattasse di un comune pavimento.

Al termine dell’esibizione il giudizio è stato unanime: i due artisti si sono dimostrati capaci di intrattenere piacevolmente gli intervenuti distinguendosi per precisione, capacità ed ironia.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*