Torna la Piombino-Livorno 1901 con le auto centenarie

Ben 25 vetture d'epoca ripercorreranno il tracciato della via Aurelia

piombino livorno
La Lancia Alpha Tipo 51 del 1908

LIVORNO – I motori già si stanno scaldando perché tutto sia pronto per la tre giorni dedicata alla Piombino-Livorno 1901, la rievocazione storica dell’antica corsa riservata ad automobili centenarie che ripercorrerà l’antico tracciato della via Aurelia, lungo 82 km, che da Piombino arriva Livorno, con traguardo nella splendida cornice della Terrazza Mascagni. Appuntamento venerdì 20, sabato 21 e domenica 22.

La manifestazione, promossa dall’associazione automoto storiche Garage del Tempo – Costa degli Etruschi, si preannuncia anche quest’anno come un evento turistico culturale di grande fascino: sulla strada infatti torneranno ben 25 vetture d’epoca provenienti da collezioni private italiane ed estere che per l’occasione saranno “tirate a lucido” e guidate dagli stessi proprietari.

Per gli appassionati delle auto storiche quest’anno sarà possibile ammirare l’unica Lancia Alpha attualmente in efficienza sulle tre rimaste. La vettura del 1908 sarà condotta dal proprietario Corrado Lo Presto, famoso collezionista. Ma ci sarà anche una Aster two Seater del 1902. La vettura ha recentemente vinto il terzo premio al concorso eleganza organizzato dalla Fiva alla Fiera Internazionale di Essen ed è targata Torino 193. Ma ci saranno anche Buick, Renault, Peugeot tutte risalenti ai primi ‘900. Per l’occasione arriverà dagli Stati Uniti il giornalista italo americano Antonio Lombardi, a cui si deve l’idea di rievocare la manifestazione motoristica e dalla Gran Bretagna David Biggins, grande esperto di vetture di inizio novecento che assisterà all’evento.

Sabato 21 le auto partiranno da piazza Bovio a Piombino per raggiungere Livorno scortate dai Vigili Urbani dei Comuni attraversati. Faranno sosta a Cecina e a Castiglioncello per arrivare a Livorno intorno alle ore 17 alla Terrazza Mascagni dove si terrà la premiazione e dove le auto rimarranno esposte per tutta la serata. L’assessore alla cultura e turismo del Comune di Livorno Francesco Belais consegnerà a ogni auto partecipante una targhetta ricordo che verrà applicata sulla vettura. Domenica 22 aprile le automobili centenarie saranno ospitate all’interno dell’Accademia Navale.

Per il programma dettagliato clicca qui.

Di seguito l’elenco delle vetture iscritte e dell’equipaggio:
Renault Type C 1900 Course 450 (1900), equipaggio: Calleri Antonio, Bontempi Guido; Aster Two Seater 669 (1902), equipaggio: Boero Franco, Mollo Elide; Darracq 8 hp 1200 (1904), equipaggio: Pignotti Massimiliano, Bagnoli Valentina; Peugeot Tipo 69 Bébé 650 (1905), equipaggio: Nino Delogu, Siew Chin Wee; Ford T Doppio Phaeton 2900 (1906), equipaggio: Luca Antonino; Waltham Orient Buckboard 8hp 502 (1908), equipaggio: Vanni Pierino, Siria Massei; Gregoire 14/20 hp 2400 (1908), equipaggio: Milanesi Antonio, Terenzi Marco; Lancia Alpha Tipo 51 12 hp 2543 (1908), equipaggio: Corrado Lopresto, Elena Maggiore; Renault AG 1200 (1908), equipaggio: Karl Theo Bechlenberg, Andrea Gragnani; Fiat Ansaldi Brevetti 3700 (1908), equipaggio: Bricchetti Giovanni, Bertana Angela; Isotta Fraschini FENC 1320 (1908), equipaggio: Meletti Cavallari Piermario, Loglio Paola; Itala 20 / 30 hp 7433 (1908), equipaggio: Limpido Daniele; De Dion Bouton BG 1000 (1908), equipaggio: Lombardi Stefano; Unic Tourer 1900 (1909), equipaggio: Garbolino Mario, Aragno Teresa; Bradbury 3 ½ hp 550 (1910), equipaggio: Chesi Silvano; Buick Absent 10 2700 (1910), equipaggio: Ghirardo Romero Mario, Genero Piera; Marion Bobcat 4200 (1910), equipaggio: Ugo Isgrò Themel, Saragenne Lanza Isgrò Themel; Ford T 2893 (1911), equipaggio: Meriggio Enzo, Molinari Lidia; Fiat Tipo 2 2700 (1912). equipaggio: Colombo Giovanni, Basetti Paolo; Delage 4 G 1960 (1913), equipaggio: Somasca Teodoro, Arienti Genoveffa Pia; Fiat Tipo 0 1880 (1913), equipaggio: Procovio Alberto, Gianni Morandi; Fiat Zero Tipo 51 1847 (1913), equpaggio: Beccerica Mario, Foglia Bianca; Fiat Tipo 0 Torpedo 1880 (1914), equipaggio: Vallero Giuseppe; Douglas WD 350 350 (1915), equipaggio: Viti Enrico; Ford Model T Speedster 2863 (1917), equipaggio: Braconi Renato.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*