Torna la Cena in bianco per la prima volta all’Ippodromo Caprilli

Il sindaco: "Primo passo per restituire il luogo alla cittadinanza"

cena in bianco all'ippodromo caprilli
La presentazione della Cena in bianco all'Ippodromo Caprilli
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Immaginate di vivere una favola in cui il colore dominante è il bianco, immaginate di trovarvi in un parco riaperto dopo molti anni proprio per una cena davvero particolare: è la Cena in bianco che quest’anno si svolgerà l’1 settembre alle ore 20.30 all’interno dell’Ippodromo Caprilli. Giunto alla quarta edizione, questo evento unisce eleganza, ecologia, etica, educazione ed estetica, le cinque “e” della Cena.

“Ho unito l’idea di riaprire l’Ippodromo e quella della Cena in bianco – ha detto il sindaco Luca Salvetti – questo evento rappresenta il primo passo per restituire il luogo alla cittadinanza che dal 2015, con le ultime corse, non ha più visto alcun evento, il passo successivo sarà un avvenimento dedicato ai giovani. Il nostro obiettivo è che una parte della struttura possa essere utilizzata dai livornesi come parco, in modo simili a Villa Mimbelli o Villa Fabbricotti”.

Gli organizzatori della Cena in bianco

In occasione della Cena in bianco, che lo scorso anno alla Terrazza Mascagni raggiunse la cifra record di 800 partecipanti, verranno transennate le zone della tribuna dell’Ippodromo per questioni di sicurezza, ma sarà mantenuto un affaccio per vedere la dirittura d’arrivo che: “Contiamo di ripulire dalle erbacce entro la data dell’evento – ha proseguito il sindaco – Mentre nel tondino torneranno i cavalli per la sgambatura e ci sarà un’illuminazione apposita nella zona dedicata ai tavolini compresa tra l’entrata di via Randaccio fino all’ingresso sul viale Italia”.

La Cena per l’ambiente

Aspetto fondamentale della Cena in bianco è il rispetto per l’ambiente e le tre associazioni coinvolte: Reset, Pro Loco Livorno e Comitato Organizzatore Palio Marinaro, con il patrocinio del Comune, si battono contro la plastica e per il rispetto della natura. “Per questo – dice Giuseppe Pera, presidente di Reset – i partecipanti dovranno portarsi tutto da casa e niente dovà essere lasciato sul posto, toglieremo persino i cestino dell’immondizia presenti e distribuiremo i portamozziconi tascabili per non lasciare sigaretta a terra”.

Candele, una magia unica

cena in bianco all'ippodromo caprilliA rendere ancora più suggestiva la cena che fa dell’eleganza il suo punto di forza, sarà la presenza di 400 candele di paraffina della cereria Graziani disposte lungo il perimetro della cena e che avranno una durata di 7 ore, mentre per i tavoli le candele dovranno essere portate da casa.

Informazioni utili e prenotazioni

Il contributo per i partecipanti è di 5 euro a persona da consegnare sul posto che serviranno per il piano sicurezza e per l’allestimento dell’area riservata alla Cena.
Quest’anno grande disponibilità di parcheggio per chi dovrà scaricare tavoli e sedie, nelle aree dell’Ippodromo Caprilli, l’ingresso previsto, anche per le auto è quello da Viale Italia. L’area di sosta interna all’Ippodromo sarà riservata per carico e scarico del materiale dei partecipanti che potrà iniziare già a partire dalle ore 17 dell’1 settembre, mentre per il parcheggio, sono disponibili tutte le aree intorno all’Ippodromo e allo stadio Armando Picchi. Sono tutti parcheggi liberi.

Per prenotare occorre mandare mail a: cenainbiancolivorno@gmail.com specificando il numero delle persone.
L’accesso all’Ippodromo per questa giornata sarà consentito solo a coloro che prenderanno parte alla Cena.
Sarà presente anche il servizio medico di emergenza a cura della Croce Rossa.

Ecco le regole per partecipare alla Cena in bianco

– obbligatorio abbigliamento bianco;
– apparecchiatura di colore bianco, si richiedono tovaglia e tovaglioli di stoffa bianca, piatti di porcellana, posate di metallo, bicchieri e bottiglie di vetro;
– è ammesso qualunque tipo di cibo;
– tavoli e sedie di qualunque forma e colore, se possibile bianchi, ma non necessariamente.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*