Torna “Capire un’H”, come l’handicap fa cultura

Proiezioni per le scuole ai 4 Mori, già 800 gli stuedenti prenotati

Share
  • di Virginia Ferroni

LIVORNO – Nella città di Livorno, dal 1997, grazie all’iniziativa di Ciss, Comitato Unitario Handicappati e della Circoscrizione 1, viene organizzata una manifestazione composta da iniziative, al fine di evidenziare le capacità delle persone disabili nei numerosi campi delle attività artistiche, con lo scopo quindi di abbattere tutte quelle barriere che limitano i diritti dei disabili. Negli ultimi anni l’evento è organizzato dall’omonima associazione Capire un’H onlus, fortemente impegnata alla piena inclusione sociale del disabile nel quotidiano.

Raspanti e Lenzi

“Purtroppo di barriere ce ne sono tante e di diverso tipo – racconta Andrea Raspanti, assessore alla coesione sociale – ci sono quelle fisiche, costruite dalle persone, quelle economiche dovute all’incapacità dei servizi pubblici che non riescono ad offrire supporti in risposta ai bisogni delle persone disabili ed infine ci sono quelle culturali, fortemente limitanti: quelle barriere che portano all’errore di parlare per conto delle persone disabili impedendo loro di essere protagonisti ed ascoltare le proprie esigenze. La manifestazione ha una storia molto importante e per questo dobbiamo garantire una continuità che permetta di ricordarne il valore”.

Come tutti gli anni, l’evento è dedicato al ricordo di Angela De Quattro, prima ideatrice e organizzatrice della manifestazione. Al suo posto oggi, c’è il figlio Valerio Vergili, presidente di Capire un’H onlus.

A dare via all’iniziativa sabato 30 novembre alle ore 15 sarà una mostra allestita nella Sala degli Archi della Fortezza Nuova. Gli appuntamenti sono rivolti a tutti i cittadini, soprattutto ai giovani e alle scuole per informare e sensibilizzare, è da sottolienare che si terranno anche due proeizioni al cinema 4 Mori che risulta al completo per un totale di 800 allievi partecipanti.

Programma:

In occasione della “Giornata Internazionale delle persone con disabilità” il 30 novembre alle ore 15 verrà presentata in Fortezza Vecchia una mostra fotografica dal titolo “Una giornata di straordinaria quotidianità” a cura del Gruppo Fotografico DLF con la collaborazione di Anfass Livorno. La mostra resterà aperta fino al 7 dicembre e saranno esposte 83 foto di 8 ragazzi disabili fotografati e ripresi nel loro quotidiano. Il gruppo fotografico DLF è stato iscritto alla FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) ed è oggi uno dei più attivi sul territorio nazionale ed internazionale. Orari: tutti i giorni in orario 10-12 e 15-17.

Mercoledì 4 dicembre alle ore 18 presso la Libreria Feltrinelli verrà presentato il libro “X fragile. Vita e opinioni di un anti eroe” di Luca Razzauti. Il libro è stato proposto in anteprima il 22 novembre 2019 a Pisa, nel Palazzo del rettorato, con un preambolo del professor Mencarelli, Rettore dell’Università Pisana. Sempre il 4 dicembre alle ore 21 al Cinema Teatro 4 Mori (via P. Tacca, 16) verrà proiettato il film “Dafne” di Federico Bondi vincitore del premio” FIPRESCI – sezione Panorama dell’Ultima Berlinale.

Giovedì 5 dicembre al Cinema Teatro 4 Mori proiezione per le scuole il film “Mio fratello rincorre i dinosauri” di Stefano Cipani. Film che venne presentato alle “Giornate degli autori” della Mostra del Cinema di Venezia riscuotendo un enorme successo. Ore 8.50 – 10.45 per le scuole primarie, ore 11.15 – 12.50 per le scuole secondarie di primo e secondo grado.

È importante ricordare che oltre agli enti già citati, al progetto collaborano anche Fondazione Maurizio Caponi, CGIL e Circolo Sportivo Arci La Rosa.

Informazioni

Per informazioni sul programma della manifestazione “ Capire un’H “ inviare un messaggio al contatto e-mail: capireunacca@libero.it.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*