Un nuovo appuntamento con “La Bella Estate”

L'incontro di venerdì sarà con Francesca Detti e Andrea Gambuzza

Francesca Detti e Andrea Gambuzza
Share

LIVORNO – Venerdì 24 agosto, alle ore 19.00 nel giardino di Villa Maria un nuovo appuntamento con “La Bella Estate”, il programma d’incontri con gli autori promossi dal Comune di Livorno – Biblioteca Labronica “F. D. Guerrazzi” e dalla Coop Itinera.

L’incontro di venerdì sarà con Francesca Detti e Andrea Gambuzza autori del testo teatrale “La parte migliore di me” che ha debuttato alla Città del Teatro di Cascina nel 2015 con la produzione della Compagnia Orto degli Ananassi e gli interpreti Ilaria di Luca e Andrea Gambuzza.

Lo spettacolo è stato realizzato con il contributo di Fondazione Sipario Toscana Onlus, La Città del Teatro di Cascina e Armunia, Festival Costa degli Etruschi di Castiglioncello. Il testo teatrale è stato pubblicato dalla Casa Editrice Erasmo nel 2017 con la prefazione di Nicola Artico e l’introduzione di Donatella Diamanti.

IL TESTO – Attraverso un confronto commovente e rocambolesco tra un’integerrima assistente sociale, alle prese con il suo primo incarico al rientro da un periodo di pausa forzata e uno sperduto padre separato, in piena fase di “ristrutturazione emotiva”, si assisterà ad un incontrarsi e ad un riconoscersi, per scoprire che tra la prassi e le eccezioni, c’è un filo che ci lega tutti: quello del bisogno del sentirsi accolti e dell’imparare a lasciarsi accogliere.

FRANCESCA DETTI – Co fondatrice del Digital Studio I Licaoni, lavora come sceneggiatrice di cortometraggi, lungometraggi e webserie, con incursioni nel teatro e nel fumetto. Ha ricevuto il premio Rai Fiction per la sceneggiatura di Elba – L’eredità di Napoleone.

ANDREA GAMBUZZA – Attore, autore e trainer teatrale, si forma alla Ėcole Internationale de Théâtre Jaques Lecoq di Parigi. Nel 2008 riceve la Segnalazione della Giuria per il Premio Hystrio alla Vocazione e per Riccardo alla terza – Disappunti di un dittatore vince il Premio Nino De Reliquis 2009. E’ socio fondatore della Compagnia orto degli Ananassi.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*