“Un matrimonio da scombinare” chiude il progetto dedicato al mondo LGBTQI+

Lo spettacolo rivolto in primo luogo alle scuole, è aperto a tutti

Un'immagine tratta dallo spettacolo. Foto: Va.Cap.
Share

LIVORNO – Domani sabato 14 dicembre torna in scena la Compagnia del Sesto Piano con lo spettacolo “Un matrimonio da s…combinare“.

L’evento si inserisce all’interno del progetto “Liberamente” dedicato al mondo LGBTQI+ che ha l’obiettivo di sensibilizzare i livornesi al rispetto di tutte le persone indipendentemente dall’orientamento sessuale.

Marco Chiappini

Finanziato dalla Rete Ready con il supporto della Regione Toscana e del Comune di Livorno, “Liberamente” ha proposto una serie di iniziative che si concluderanno proprio con lo spettacolo di domani.

L’appuntamento è al Centro Artistico Il Grattacielo (via del Platano, 6) alle ore 9.30 ed è rivolto prinicipalmente alle scuole ma è accessibile a tutta la popolazione. “Un matrimonio da s…combinare”, scritto da Marco Chiappini, regia di Tiziana Foresti, è una commedia dai tratti delicati e divertenti che affronta il tema della difficoltà dei figli di comunicare ai propri genitori il loro orientamento sessuale.

Con: Marco Chiappini, Cristiana Ricci, Cristina Silvestri, Mario Botteghi, Massimiliano Capannini, Michele Pardini, Stefano Valdiserri, Mariagrazia Torracca e Carla Bettarini. Assistenza tecnica: Matteo Freschi.

L’ingresso è gratuito.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*