Stasera debutta “Incessante, se credessi in un Dio”

Al teatro Goldoni, replica domani 25 maggio

incessante
Lo spettacolo "Incessante" (2018). Foto: Laura Sgherri
LIVORNO – L’attesa è ormai terminata: finalmente stasera “Incessante, se credessi in un Dio” debutterà sul palco del Teatro Goldoni, luogo in cui da undici anni la Compagnia Mayor Von Frinzius regala alla città di Livorno le prime dei suoi spettacoli, luogo ormai considerato una seconda casa. Gli oltre ottanta attori della Compagnia, pronti a due giornate di fatica ed emozioni, colpiranno il pubblico dritto al cuore grazie alla violenza dei loro corpi in movimento, delle loro voci che gridano ed inneggiano alla libertà di espressione e di pensiero, lottando contro gli schemi che ci imprigionano.
Dedicato a Franco Volpi, “Incessante” non è altro che ritmo che scorre nelle vene, che ti parla in prima persona e ti cambia, almeno un po’. “In un’epoca dove tutto è immediatamente pubblicabile, come questo mio pensiero, tutto è immediatamente spendibile, il teatro rimane in controtendenza, resistenza, spreco che non puoi progettare, devi vivere. E questo è possibile solo per chi è nel qui e nell’ora non tramandabile”, dichiara il regista Lamberto Giannini raccontando il perché del suo amore per il teatro.  Restano ancora biglietti disponibili per entrambe le sere di oggi e di domani, 25 maggio, sul sito del Teatro Goldoni.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*