“Skylight”. Intervista a Luca Barbareschi in scena con Lucrezia Lante della Rovere al Goldoni

A 20 anni di distanza dalla prima rappresentazione

skylight il cielo sopra il letto al teatro goldoni con Luca Barbareschi e Lucrezia Lante Della Rovere
Luca Barbareschi e Lucrezia Lante Della Rovere. Foto: Federica Di Benedetto
Share
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Dopo oltre venti anni dalla prima messa in scena al Teatro dei Satiri di Roma, Luca Barbareschi e Lucrezia Lante della Rovere tornano sul palco per riproporre lo spettacolo “Skylight – Il cielo sopra il letto“, al Teatro Goldoni il 10 gennaio (ore 21).

Il testo pluripremiato (ha ottenuto il Laurence Olivier Award come migliore nuova opera teatrale) è tratto da un’opera del drammaturgo e regista David Hare, candidato all’Oscar per le sceneggiature dei film The Hours con Nicole Kidman e per The Reader con Kate Winslet.

Per l’occasione Barbareschi, che è anche regista, lo ha tradotto e adattato per il pubblico italiano. Ad affiancare i due grandi artisti di fiction e di teatro ci sarà il giovane Paolo Marconi. Scene di Tommaso Ferraresi e costumi di Federica De Bona.

Foto: Fabio Lovino

Abbiamo intervistato Luca Barbareschi proprio sullo spettacolo in scena al Goldoni.

Partiamo con la trama

La trama è molto semplice: un uomo va a trovare la donna che per anni è stata la sua amante. La incontra dopo la morte della moglie ed è una resa dei conti di una notte di amore, nel corso della quale si scontrano due mondi diversi, uno, quello di lui, molto ricco, che guarda al successo e l’altro, quello di lei, che trova nel sociale la sua ragione di vita. Ci sono scontri tragici ma anche comici e romantici. Attorno a tutto questo ruota poi la figura del figlio di lui che cerca una madre putativa nell’amante del padre.

Il testo dunque parla di amore, ma ci sono anche risvolti politici

Sono due mondi diversi che si scontrano, quello degli affari, dei soldi, e quello del sociale. Entrambi i personaggi cercheranno di spiegare le ragioni che hanno portato al fallimento del loro amore, un fallimento che è da ritrovare anche nelle differenze ideologiche.

Uno spettacolo già messo in scena 20 anni fa, cosa è cambiato?

È passato molto tempo, ma l’opera rimane ancora molto attuale. Dopo 20 anni c’è una maturità diversa e una consapevolezza diversa e sebbene sia già stato portato in scena anche stavolta mi ha molto arricchito.

Qual è il significato profondo dell’opera?

skylight il cielo sopra il letto al teatro goldoni con Luca Barbareschi e Lucrezia Lante Della Rovere
Foto: Federica Di Benedetto

Emerge una critica sociale molto forte, graffiante di David Hare nei confronti di chi non rispetta il lavoro delle minoranze, delle persone disagiate. Una critica verso la comunicazione, verso la politica che solo all’apparenza si occupa di queste cose. Nello spettacolo molto forte è il punto di vista femminile, quello della protagonista Elisabetta, interpretata da Lucrezia (Lante Della Rovere, n.d.r.). Elisabetta riflette l’anima di Hare, è il personaggio nel quale si identifica. Saverio è invece un uomo pratico, fa una vita diversa ma ha bisogno di una donna vicino a sé ed Elisabetta svolge la funzione di catalizzatore all’interno del matrimonio dell’uomo.

Come mai la scelta di portare in scena questa commedia?

Principalmente per i temi che affronta, molto attuali, oltre a essere una delle commedie più belle di David Here, uno dei drammaturghi più grandi al mondo.

“Skylight – Il cielo sopra il letto” è una commedia romantica e al tempo stesso comica, perché lo scontro politico crea dei momenti esilaranti dovuti ai differenti punti di vista. Ma Hare lascia che sia il pubblico a prendere le parti di chi tra i due protagonisti lo affascinerà di più.

Biglietti disponibili al botteghino del Teatro aperto il martedì e giovedì ore 10-13 e il mercoledì, venerdì e sabato ore 16.40-19.30. Informazioni 0586204237 – biglietteria 0586204290.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*