Sipario al Goldoni. Sul palco Le nozze di Figaro, mancava dal 1823

A dirigere l'opera il 34enne Jacopo Sipari di Pescasseroli

le nozze di figaro per la stagione all'opera di livorno
Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay

LIVORNO – Secondo appuntamento al Teatro Goldoni con la lirica, sabato 23 (ore 20.30) e domenica 24 (ore 16) novembre arriva una delle opere più importanti di Wolfgang Amadeus Mozart: Le nozze di Figaro. Deliziosa opera, con una musica di prorompete vitalità che conquista dal primo ascolto.

Le nozze di Figaro rappresenta una rarità assoluta per la nostra città, infatti l’unica rappresentazione avvenne nel lontanissimo febbraio 1823 al Teatro degli Avvalorati. Il compito di proporla ai livornesi è affidato a un giovane ed entusiasta direttore d’orchestra di 34 anni Jacopo Sipari di Pescasseroli.

Jacopo Sipari di Pescasseroli

Musicata all’età di ventinove anni su libretto di Lorenzo Da Ponte, Le Nozze di Figaro è considerata uno degli esempi più perfetti di drammaturgia musicale. Una commedia umana ricca di sentimenti ed emozioni che l’hanno resa uno dei più grandi successi di tutta la carriera artistica del grande salisburghese. Un capolavoro da non perdere, con inaspettati colpi di scena, amori appassionati e tradimenti tra divertimento e nostalgia.

La regia è di Massimo Gasparon. Orchestra della Toscana e Coro Lirico Toscano guidato dal Maestro Chiara Mariani. La commedia in quattro atti vedrà sul palco: Salvatore Grigoli / Wellington De Santana Moura (Il conte di Almaviva, grande di Spagna), Marta Mari / Marily Santoro (La contessa di Almaviva, sua moglie), Giulia De Blasis/Silvia Lee (Susanna, cameriera della contessa), Nicola Ziccardi / Matteo D’Apolito (Figaro, cameriere del conte), Irene Molinari / Diana Turtoi (Cherubino, paggio del conte), Alessandra Rossi (Marcellina, governante), Davide Procaccini (Bartolo, medico di Siviglia), Francesco Napoleoni (Basilio, maestro di musica), Mauro Secci (Don Curzio, giudice), Gabriele D’Orazio (Antonio, giardiniere del conte e zio di Susanna), Maria Salvini (Barbarina, sua figlia).

Biglietteria: fino al 30 novembre aperta dal martedì al sabato in orario 16.30-19.30. Biglietti disponibili al botteghino o online su Ticketone.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*