Scenari di Quartiere, “A testa sutta” testo toccante sull’emarginazione

Il primo dei quattro appuntamenti nei luoghi pubblici

a scenari di quartiere giovanni carta presenta lo spettacolo A testa sutta
Giovanni Carta

LIVORNO – Dopo aver “invaso” gli appartamenti dei livornesi con spettacoli itineranti in giro per i vari rioni, Scenari di Quartiere torna alla sua forma orginale, quella del teatro nelle piazze e nei luoghi aperti al pubblico.

Quattro gli apputnamenti in programma, il primo previsto per domani sera, 8 aprile, alle ore 19 al Cisternino di Città. Sul palco Giovanni Carta nel doppio ruolo di interprete e direttore, con uno spettacolo pluripremiato: “A testa sutta” scritto da Luana Rondinelli. Giovanni Carta si è formato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica e ha all’attivo un’importante carriera nel mondo teatrale oltre che per la televisione e il cinema.

La storia

a scenari di quartiere giovanni carta presenta lo spettacolo A testa sutta
L’attore Giovanni Carta

“A testa sutta” è un testo toccante, che si muove tra l’ombra dell’emarginazione e la luminosa spontaneità dei sentimenti. La storia parte in una Palermo assolata e polverosa che fa da sfondo alla storia d’U biunnu: il biondo, bambino dalla pelle chiara e dagli occhi azzurri, troppo delicato per la vita dura di periferia. Nasce così il
rapporto speciale di protezione e di amicizia con il cugino, il suo opposto: il boss del quartiere, “nero con
gli occhi neri”, un dualismo perfetto tra i due cugini, che si completano a vicenda.

Lo spettacolo, prodotto da Accura Teatro Roma, è a ingresso libero fino esaurimento posti.

Visita al quartiere

Sempre domani, alle ore 17.30, visita guidata del quartiere Centro con ritrovo davanti all’ingresso della ex Casa della Cultura, dove la guida turistica livornese Fabrizio Ottone attenderà i presenti; l’iniziativa, gratuita e della durata di un’ora, è organizzata dalla Fondazione Teatro Goldoni in collaborazione con l’Associazione Quartieri Uniti Livorno.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*