“Regalo di Natale”, cinque amici alle prese con il gioco d’azzardo

Ambientato nel 2008 in piena crisi economica

regalo di natale in scena al teatro 4 mori sul gioco d'azzardo

LIVORNO – È la notte di Natale. Quattro amici, Franco, Ugo, Lele e Stefano, si ritrovano in una villa dopo dieci anni che non si vedono, con loro c’è anche il misterioso avvocato Sant’Elia, un ricco industriale contattato da Ugo per partecipare alla partita, sarà Sant’Elia il “pollo” da spennare, un uomo ricco e ingenuo, che sembra addirittura trovare consolazione nel perdere. In realtà è il presunto “pollo” a trovarsi di fronte quattro uomini che nella vita hanno giocato col destino e che, in un modo o nell’altro, hanno perso. È la trama di “Regalo di Natale“, spettacolo in scena al Teatro 4 Mori il 28 febbraio, ore 21.

“Regalo di Natale”, tratto dal film di Pupi Avati, regia di Marcello Cotugno, affronta un tema molto attuale: la piaga del gioco d’azzardo. Originariamente ambientato negli anni ‘80, il testo è stato trasposto nel 2008, anno in cui la crisi economica globale si è abbattuta sull’Europa segnando profondamente la società italiana. In risposta a recessione e precariato, il gioco d’azzardo vive una stagione di fulminante ascesa, e dalle slot che affollano i bar e al boom del poker texano si moltiplicano i luoghi e le modalità in cui viene praticato.

I soldi facili sono la chimera inseguita anche dai nostri protagonisti, in un crescendo di tensione che ci rivela mano dopo mano come, al tavolo verde, questi uomini si stiano giocando ben più di una manciata di fiches.

Sul palco: Gigio Alberti, Filippo Dini, Giovanni Esposito, Valerio Santoro e Gennaro Di Biase. Adattamento teatrale di Sergio Pierattini, scenografie Luigi Ferrigno, costumi Alessandro Lai, luci Pasquale Mari.

Biglietti: poltronissima 28 euro, poltrona 26 euro, galleria 24 euro. Biglietti acquistabili anche online.
Info: 3498169659 – compagniadeglionesti@libero.it

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*