“Premiata ditta Bonapace”, commedia degli equivoci tutta da ridere

Torna la Compagnia del Sesto Piano

torna la compagnia del sesto piano con il nuovo spettacolo Premiata ditta bonapace
Da sn: Matteo Freschi, Cristina Silvestri, Marco Chiappini e Stefano Valdiserri
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO  – Dopo il successo di “Defunto ma non troppo” e “Un matrimonio da s… combinare”, la Compagnia del Sesto Piano torna con una nuova e spassosissima produzione teatrale intitolata: “Premiata ditta Bonapace“.

Scritto da Marco Chiappini, regia di Tiziana Foresti, lo spettacolo andrà in scena sabato 23 (ore 21.15) e domenica 24 (ore 17.15) al Teatro Cral Eni (viale Ippolito Nievo, 38) e segue il filone ormai collaudato della Compagnia, nata quasi 4 anni fa, di un teatro popolare, brillante, adatto a tutti, non vernacolare ma comunque toscano.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato Chiappini – è quello di portare un’ora di spensieratezza tra il pubblico affinché dimentichi le preoccupazioni e possa divertirsi, il nostro motto è: una risata aiuta la vita. In questa commedia trovano posto personaggi surreali e comici ma tutto ha origine dalla realtà e dalla quotidianità, infatti vengono toccati temi molto attuali come la mancanza di lavoro. Per lo spettacolo mi sono ispirato all’opera di Gilberto Govi, grande comico genovese”.

La trama

Pasquale Bonapace (Marco Chiappini) è un impresario che non naviga in buone acque perché i clienti scarseggiano, deve quindi affrontare una crisi lavorativa e allo stesso tempo vari problemi familiari legati alla figlia Cristiana (Maria D’Eramo, new entry della Compagnia), che invece di seguire le orme del padre vorrebbe andare via di casa con il fidanzato Saverio Fortunati (Massimiliano Capannini) cosa ben vista dal padre del giovane Fortunato Fortunati (Stefano Valdiserri) ricco imprenditore. Ma altro affligge Pasquale: si trova costretto a ospitare le cognate Tina (Tiziana Foresti) e Lina (Cristina Silvestri), sorelle della defunta moglie, con le quali non ha proprio un idilliaco rapporto; a rincarare la dose ci pensa la tuttofare segretaria Katerina (Cristiana Ricci) che però si rivelerà essenziale nella storia. Ma per fortuna (o no?) il sindaco Onesto Di Natale (Mario Botteghi) avrà una proposta che risolverà la crisi lavorativa di Pasquale… Ma sarà quella giusta?

Le musiche, l’audio e la parte tecnica sono affidate a Matteo Freschi; la direzione di scena è curata da Manuela Boldrini.

Biglietti e prenotazioni

Per prenotazioni telefonare al 3298137599, i biglietti sono in prevendita fino a venerdì 22 marzo dalle ore 18 alle 19 presso il Cral Eni (consigliata la prevendita per evitare la calca la sera dello spettacolo) oppure acquistabili il giorno stesso dello spettacolo. Costo: 10 euro intero, 8 euro ridotto.

E per beneficenza

La Compagnia sarà impegnata venerdì 12 aprile (ore 21) ai Salesiani con la commedia in vernacolo “Sapore di salmastro“, il ricavato della serata andrà in beneficenza.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*