L’Opera a Livorno: Le Nozze di Figaro, rarità assoluta per la nostra città

Rappresentata un'unica volta, il 2 febbrio 1823

le nozze di figaro per la stagione all'opera di livorno
Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay
Share

LIVORNO – Il secondo appuntamento con l’Opera a Livorno, dopo Cavalleria Rusticana, sarà dedicato a un’assoluta rarità per la nostra città: si tratta di “Le nozze di Figaro” in scena al Teatro Goldoni sabato 23 (ore 20.30) e domenica 24 (ore 16) novembre.

Una rarità poiché l’opera, musicata da Wolfgang Amadeus Mozart su libretto di Lorenzo Da Ponte, venne rappresentata un’unica volta a Livorno, il 2 febbrio 1823 al Teatro degli Avvalorati.

“Le nozze di Figaro” sono considerate uno degli esempi più perfetti di drammaturgia musicale, una commedia umana ricca di sentimenti ed emozioni che ne hanno fatto uno dei più grandi successi di tutta la carriera artistica del grande compositore. A dirigere l’Orchestra della Toscana sarà Jacopo Sipari di Pescasseroli, giovane direttore abruzzese, la regia è affidata a Silvia Paoli, fiorentina under 35.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*