La divertente poesia teatrale dei Familie Flöz al Goldoni

Sul palco quattro attori-mimi in maschera

Familie Flöz in Teatro Delusio al teatro goldoni
Familie Flöz in "Teatro Delusio". Foto: Eckard Jonalik
Share

LIVORNO – Chi non li avesse mai visti non può perdere l’occasione per essere coinvolto nell’irresistibile e divertente poesia teatrale dei Familie Flöz.

La compagnia internazionale con residenza a Berlino torna al Teatro Goldoni martedì 26 novembre alle ore 21, con un nuovo spettacolo dal titolo “Teatro Delusio” inserito sia nell’ambito del “Little Bit Festival” del Nuovo Teatro delle Commedie organizzato da Pilar Ternera e Mo-Wan Teatro che nella sezione Eventi della Fondazione Teatro Goldoni.

Un’occasione che permetterà al pubblico di conoscere questa incredibile realtà teatrale composta da quattro attori-mimi in maschera di altissimo livello applauditi da oltre venti anni nei palcoscenici europei.

“Teatro Delusio” è un omaggio al teatro, un gioco che nasce dalle innumerevoli sfaccettature dell’universo teatrale: protoagonisti sono Bob, Bernd e Ivan che tirano a campare dietro le quinte del teatro. Tre aiutanti instancabili, divisi dal luccicante mondo del palcoscenico solo da un misero sipario eppur lontani da esso anni luce, che lottano per realizzare i propri sogni: Bernd, sensibile e cagionevole, cerca la felicità nella letteratura ma la trova improvvisamente personificata nella ballerina tardiva; il desiderio di riconoscimento di Bob lo porterà al trionfo e alla distruzione, mentre Ivan, il capo del backstage che non vuole perdere il controllo sul teatro, finirà per perdere tutto il resto. Le loro vite all’ombra della ribalta si intrecciano nei modi più strani al mondo scintillante dell’apparenza. E all’improvviso loro stessi si ritrovano ad essere i protagonisti di quel palcoscenico che in fondo
equivale al loro mondo.

Informazioni: ️05861864087, biglietteria 0586204290 aperta dal martedì al sabato dalle 16.30 alle 19.30.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*