“La Bohème”, amore, gelosia e tradimento sul palco del Goldoni

Si tratta della prima delle due opere di Puccini in cartellone

Il cast di La Bohème. Foto: Augusto Bizzi

LIVORNO – La Bohème arriva sul palco del Teatro Goldoni sabato 19 ore 20.30 e domenica 20 gennaio ore 16. Si tratta della terza opera lirica inserita nel cartellone 2018-2019 e la prima delle due opere di Puccini (la seconda, Madama Butterfly è prevista per il 29 e 31 marzo).

Il direttore Gianna Fratta. Foto: Bizzi

La Bohème, in quattro quadri su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, fu musicata da Puccini appena 30enne e debuttò a Torino nel 1896 sotto la direzione di Arturo Toscanini. È tratta dal romanzo “Scènes de la vie de bohème” di Henri Murger.

Molti giovani cantanti nel corso del tempo sono stati lanciati da quest’opera proprio perché rappresenta la “palestra” ideale per loro e per mantenere questa tradizione La Bohème si inserisce nel Progetto Opera Studio che punta sui giovani.

La trama

Ambientata a Parigi nel 1830 racconta un momento della vita di un gruppo di giovani artisti bohémien squattrinati guidati dagli innamorati Rodolfo (poeta) e Mimì e da Marcello (pittore) e Musetta. L’amore, la passione, la gelosia, il tradimento, la separazione e la morte sono al centro di quest’opera considerata tra i capolavori del compositore lucchese.

Il cast e i musicisti

Gianna Fratta e Jao C. Aboim. Foto: Bizzi

Alla regia Bruno Ravella ripresa da João Carvalho Aboim, a dirigere Gianna Fratta.

Sul palco si alterneranno: Maria Bagalà/Martina Gresia (Mimì), Antonella Biondo/ Dioklea Hoxha/ Blerta Zhegu (Musetta), Francesco Fortes/Rosolino Claudio Cardile (Rodolfo), Jaime Eduardo Pialli/Francesco Solinas (Marcello), Tommaso Caramia/Gangsoon Kim/Matteo Loi (Schaunard), Michele Gianquinto/Alessandro Yague (Colline), Francesco Fortes/Rosolino Claudio/Massimo Froli (Parpignol), Alessandro Ceccarini (Benoît e Alcindoro), Giorgio Marcello (Sergente dei doganieri), Paolo Morelli (Un doganiere)

“Il cast è composto da cantanti che sono proprio come i loro personaggi, per età, attitudine, bisogni e mestiere – dice Gianna Fratta – Giovani artisti amanti dell’arte e che vogliono fare di essa la loro vita, proprio come lo scrittore Rodolfo, il pittore Marcello, il musicista Schaunard, il filosofo Colline, la cantante Musetta e, in un modo un po’ speciale ben descritto da Rodolfo nel II atto, Mimì (“…perché son io il poeta; essa la poesia… Dal mio cervel sbocciano canti, dalle sue dita sbocciano i fior…”)”.

Ad accompagnare il cast l’OGI (Orchestra Giovanile Italiana), il CLT (Coro Lirico Toscano) con il Maestro Flavio Fiorini e il Coro Voci Bianche della Fondazione Teatro Goldoni
con il Maestro Laura Brioli.

Presentazioni e guide all’ascolto

Un momento delle prove. Foto: Bizzi

Ricordiamo che sono previste due Presentazioni – Concerto e una Guida all’ascolto con l’obiettivo è di far conoscere ancora più a fondo le radici musicali di quest’opera:

– questa sera, venerdì 11 gennaio, ore 21.15 presso il circolo tennis di Villa Lloyd (via Pietri 7) a cura di Franco Bocci, con Maria Bagalà e Antonella Biondo (soprano), Francesco Fortes (tenore), Francesco Solinas (baritono), Alessandro Yague (basso), Bojie Jin (pianoforte);
– domenica 13 gennaio, ore 10 presso lo Chalet della Rotonda di Ardenza, a cura di Franco Bocci, con Martina Gresia e Blerta Zhegu (soprano), Rosolino Claudio Cardile (tenore), Jaime Eduardo Pialli (baritono), Michele Gianquinto (basso) e Andrea Tobia (pianoforte);
– la Guida all’ascolto, lunedì 14 gennaio, ore 17 presso il Teatro Goldoni. Con il Maestro Daniele Salvini.

Non va dimenticato che La Bohème fu uno delle opere predilette di Pietro Mascagni direttore d’orchestra – memorabile l’esecuzione da lui diretta nel 1930 che diede il via a quello che oggi si chiama “Festival Puccini” – e nell’agosto 1897 vide l’esordio proprio al Teatro Goldoni con questo titolo un giovane astro nascente della lirica mondiale: Enrico Caruso.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*