“Fango Rosso”, storia antifascista al Teatro delle Commedie

Livorno 1943. Un uomo viene ucciso e l'omicidio rimane taciuto per anni

Fango Rosso di e con Alessia Cespuglio sul palco del Nuovo Teatro delle Commedie racconta la storia vera di un uomo ucciso durante la guerra
Alessia Cespuglio è la protagonista dello spettacolo

LIVORNO – “Fango Rosso“, spettacolo di e con Alessia Cespuglio, andrà in scena al Nuovo Teatro delle Commedie venerdì 18 gennaio ore 21.30.

La storia è uno spaccato sulla Livorno del 1943, una città distrutta dalle bombe. In un pomeriggio di novembre un uomo viene ucciso, mentre i tedeschi sono impegnati nei rastrellamenti, mentre è in atto lo sfollamento, la fame, la rabbia e la paura che fanno cornice a questo omicidio che rimane taciuto per anni.

L’esigenza di raccontare di Alessia Cespuglio si trasforma in un lavoro di ricerca storica, di esplorazione teatrale, di riscoperta di un linguaggio antico quella del racconto che però utilizza le immagini come in un film per trascinare il pubblico proprio in ciò che era “ieri”, di cui ormai si cominciano a perdere i contorni, i testimoni, le parole.

In “Fango Rosso” la memoria è intesa come azione artistica, come testimone da passare e di cui scomodamente si sente la necessità a volte anche di liberarsi. Un racconto intenso che è anche un libro edito da Vittoria Iguazu Editora uscito nel luglio 2018.

Biglietto intero 10 euro, acquistabile anche online.
Info e prenotazioni 05861864087 – 3479708503.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*