Debutto online per “Gabbia di Mayor” sulla pagina Facebook della Compagnia

Una talk show diviso in due serate

La Compagnia Mayor Von Frinzius con Giorgio Chiellini
La Compagnia Mayor Von Frinzius con Giorgio Chiellini
Share

Pubblicato ore 12:00

LIVORNO – Oggi, 27 maggio, e domani, 28 maggio, alle ore 21 la pagina Facebook della Compagnia Mayor Von Frinzius presenta lo spettacolo “Gabbia di Mayor“. Strutturato come un talk show con ospiti di tutti i tipi e con circa 70 attori divisi nelle due serate (che saranno diverse tra loro), lo spettacolo è un viaggio all’interno di quella che sarebbe stata l’essenza di “Siuski, fatto schizzi?” che avrebbe dovuto debuttare proprio oggi al Teatro Goldoni di Livorno. L’idea dello spettacolo è arrivata dal calciatore Giorgio Chiellini, molto legato alla Compagnia.

Alcuni dei testi tratti dallo spettacolo verranno infatti recitati, commentati, reinventati dagli attori che, negli ultimi mesi, hanno dimostrato una passione senza limiti continuando a lavorare duramente online su questo progetto.
Diretto da Lamberto Giannini, Rachele Casali, Marianna Sgherri e Gabriele Reitano, “Gabbia di Mayor” rappresenta una sfida senza precedenti per la Compagnia.

“Siuski non è stato annullato – ha detto Giannini – è stato rimandato, ma noi abbiamo deciso di non rimanere fermi. Dopo numerose idee, momenti di difficoltà e ripensamenti abbiamo deciso di buttarci comunque in questo nuovo progetto perché la storia dei Mayor, la sua particolarità, è quella di un cuore che se si ferma si ferma definitivamente. Non abbiamo cercato quindi l’impossibilità del limite ma le risorse al suo interno, senza poterlo annullare, e così ci siamo inventati una forma nuova di teatro per noi. “Gabbia di Mayor” è il risultato di una collaborazione straordinaria con lo staff e con gli attori, che sono riusciti a inventarsi dei personaggi meravigliosi. È una cosa diversa, bella, che non vale né di più né di meno rispetto allo spettacolo che doveva essere: siamo riusciti a sfruttare questa fase fatta di restrizioni per poter costruire creativamente e ne siamo orgogliosi”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*