Cabaret al Goldoni con “Io ci sarò” di Giuseppe Giacobazzi

Una sorta di coinvolgente videomessaggio rivolto a un’ipotetica nipotina

Giuseppe Giacobazzi
Giuseppe Giacobazzi durante lo spettacolo

LIVORNO – Una serata all’insegna del cabaret intelligente con lo show di Giuseppe Giacobazzi, comico romagnolo (al secolo Andrea Sasdelli), sul palco del Teatro Goldoni domani, sabato 21, alle ore 21 con “Io ci sarò” (evento fuori abbonamento). Lo spettacolo, in cui si ride molto ma si riflette anche, è una sorta di coinvolgente videomessaggio rivolto a un’ipotetica nipotina.

In una scena minimale (una panchina, una ferrovia), fra battute esilaranti sparate a raffica, e dietro cui però traspaiono spunti di riflessione, Giuseppe Giacobazzi passa dai ricordi della sua infanzia agli eroi dei fumetti fino al mondo ultra tecnologico e social di oggi, senza tralasciare il repertorio musicale che segna i ricordi più significativi di ogni persona.

Giacobazzi, tra i personaggi di punta di Zelig fin dal lontano 2006, ha alternato televisione, cinema e teatro e nel 2016 è uscito il romanzo “Un po’ di me”, scritto a quattro mani con Carlo Negri, autore televisivo, drammaturgo e scrittore italiano, che ha collaborato ai testi di “Io ci sarò”.

Biglietti: da 21 euro a 37 euro in vendita presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586204290) il martedì e giovedì ore 10-13 ed il mercoledì, venerdì e sabato ore 17-20, oltre che nel circuito regionale Box Office e sul sito del Teatro.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*