Beckett, Acqua Cheta e Radiorchestra, tutti gli spettacoli della Compagnia Nuovo Spazio Teatro

Primo appuntamento domenica 13 ottobre con "La RadiOrchestra"

presentata la stagione teatrale 2019 2020 della Compagnia nuovo spazio teatro
La Compagnia Nuovo Spazio Teatro. Da sn: Eaton, Bruciati, Del Cittadino, Corucci, Mattioli
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – 42 primavere e non sentirle, anzi trovare ancora la voglia di rinnovare e di lanciare nuovi spunti di riflessione. È la Compagnia Nuovo Spazio Teatro, diretta da Simonetta Del Cittadino, che quest’anno spegne 42 candeline e che, questa mattina, ha presentato la stagione teatrale 2019-2020.

Cinque spettacoli che si terranno al Cral Eni (viale Ippolito Nievo, 38) e che vanno dall’operetta all’evento musicale, dalla serata dedicata a Beckett a un importante commedia di teatro contemporaneo.

Gli spettacoli

Ad aprire la stagione sarà, domenica 13 ottobre, “La RadiOrchestra – Lo swing anni ’30-’50” ore 17: “Un progetto nato nel 2004 presso la Rai di Firenze in occasione degli 80 anni della radio – spiega Fabrizio Corucci, attore, cantante lirico e regista dello spettacolo – e ripercorre i 30 anni in cui la radio era il mezzo di comunicazione per eccellenza, dal 1924 al 1954. Sarà un carosello di canzoni, divertente e leggero”. Uno spettacolo senza età che incanta gli adulti e i bambini, e saranno presenti anche momenti teatrali.

Sul palco: Fabrizio Corucci (voce), Ilaria Innocenti (pianoforte), Claudia Rizzitelli (violino), Jacopo Rugiadi (sax e clarinetto), Alessio Bianchi (tromba), Davide Salvestroni (trombone), Nino Pellegrini (contrabbasso) e Stefano Rapicavoli (batteria).

Secondo appuntamento il 22, 23, 24, 30 novembre e 1 dicembre con “L’importanza di chiamarsi Ernesto“, un classico di Oscar Wilde, regia di Mark Eaton. Commedia in tre atti, scritta da Wilde nel 1895.

Per festeggiare i cento anni di “Acqua Cheta“, l’operetta scritta dal fiorentino di Augusto Novelli, la Compagnia Nuovo Spazio Teatro la propone per due giornate il 18 e 19 gennaio (rispettivamente alle ore 21.15 e 17.15). Uno spettacolo portato in scena dalla Compagnia ormai da 15 anni con un cast ben collaudato. Commedia divertente e popolare, per la regia di Fabrizio Corucci.

A marzo ben cinque date saranno dedicate all’opera “La visita della vecchia signora” di Friedrich Durenmatt. Uno spettacolo da non perdere per due motivi: per la prima volta vedrà alla regia Marco Bruciati e la protagonista principale sarà Simonetta Del Cittadino. Scritto nel 1956, “La visita della vecchia signora” è considerato uno dei testi più importanti della drammaturgia europea contemporanea. La storia presenta continue situazioni grottesche dovute all’unione della commedia e della tragedia. Sul palco saliranno ben 20 attori. Le musiche saranno affidate a Carlo Bosco. L’appuntamento è per il 6, 7, 8, 14 e 15 marzo.

A chiudere il 3, 4 e 5 aprile sarà una serata dedicata a Samuel Beckett intitolata “L’assurdo è fra noi“, regia di Mark Eaton. Verranno rappresentate due opere del drammaturgo irlandese, il primo sarà “L’ultimo nastro di Krapp”, il secondo deve ancora essere scelto.

“Il nostro impegno è grande – dice Simonetta Del Cittadino – e purtroppo non abbiamo alcun aiuto dalla Pubblica Amministrazione. Il pubblico è sempre numeroso alle rappresentazioni e noi cerchiamo di proporre un cartellone spesso anche osando e proponendo anche opere meno conosciute. Il mio appello è rivolto ai livornesi affinché vengano a teatro a vederci”.

Ingresso, orari e informazioni

Biglietti: 12 euro intero, 10 euro ridotto (soci Nuovo Spazio Teatro, over 65), 5 euro per le scuole. Costo della tessera soci: 2 euro. Biglietteria aperta nel pomeriggio.

Orari spettacolo: il venerdì e il sabato ore 21.15, la domenica ore 17.15 in caso di partita del Livorno lo spettacolo si terrà la domenica sera alle ore 21.15.

Informazioni e prenotazioni: 3393422139.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*