“A mezzanotte, parerga e paralipomena”, i Mayor Von Frinzius pronti al debutto

Riflessioni, alcuni "cult" della compagnia e tante risate

incessante
Lo spettacolo "Incessante" (2018). Foto: Laura Sgherri

LIVORNO – Dopo “Resistenti”, “Anacronistici”, “Incessante”, arriva sul palco del Teatro Goldoni il nuovo spettacolo firmato Compagnia Mayor Von Frinzius per la regia di Lamberto Giannini. Il debutto di “A mezzanotte, parerga e paralipomena” è fissato per domani, mercoledì 29, alle ore 21 con replica giovedì 30 maggio sempre alle ore 21.

Cosa attende lo spettatore?

In questo spettacolo c’è un’inversione di tendenza nella scelta del titolo, una sorta di ripartenza: nel corso dello spettacolo si potranno infatti vedere alcuni “cult” della compagnia, sviluppati con un’ottica diversa e del tutto attuale, accompagnati da una serie di riflessioni sulla vera essenza Mayor Von Frinzius, ma non mancheranno le risate.
A incuriosire ancora di più è il sottotitolo dello spettacolo, “parerga e paralipomena“, titolo di una raccolta di scritti “minori” di Arthur Schopenhauer che letteralmente significa “le cose accadono”. È proprio così che per l’appunto si sviluppano gli spettacoli della compagnia inclusiva livornese, in un turbinio di “cuori che si spezzano, vite che smaniano, che gridano qualcosa al mondo, che si incrociano. Sogni”.

I Mayor

Ventidue anni di storia: gli occhi di centinaia e centinaia di volti si sono incrociati da quando, in un piccolo e buio studio di Livorno, è nata l’idea Mayor Von Frinzius, un’idea che si è immediatamente trasformata in realtà, scomoda e cruda realtà. “Un teatro disabile dove trova casa l’esaltazione della fragilità e dell’insostenibilità umana. Scomoda e cruda realtà”.

Essere teatranti per la MVF significa affrontare il buio, il buio dopo la mezzanotte, dopo aver vissuto nel qui e nell’ora così impellenti e ricchi di fremiti tanto eccitanti quanto pesante è il vuoto che resta sullo stomaco quando tutto finisce. “A mezzanotte, parerga e paralipomena” è diretto insieme a Cecilia Daniselli, Aurora Fontanelli, Cecilia Ceccanti, Rachele Casali e Marianna Sgherri.

Biglietti e informazioni

I biglietti sono ancora disponibili per entrambe le date, soprattutto per il 30 maggio, alla biglietteria del Teatro Goldoni oppure possono essere acquistati online.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*