“7 minuti” al Teatro Vertigo tra precarietà e diritto al lavoro

Di Stefano Massini, adattamento e regia di Marco Conte

LIVORNO – Torna sul palco del Teatro Vertigo (via del Pallone, 2), dopo la rappresentazione dello scorso anno, lo spettacolo “7 minuti” di Stefano Massini, adattamento e regia di Marco Conte. Due gli appuntamenti in programma: sabato 17 novembre alle ore 21 e domenica 18 novembre alla ore 17.

La trama

“7 minuti” racconta la storia di un gruppo di operaie che, per non essere licenziate dall’azienda tessile per la quale lavorano, devono sottostare a una calusola all’apparenza insignificante ma che in realtà non lo è: rinunciare a sette minuti della loro pausa pranzo.

Una richiesta che cela problemi legati alla dignità personale: cosa succederà se accettano questo compromesso? A quanti altri dovranno poi sottostare? L’acceso dibattito fra le operaie porterà ognuna a una profonda riflessione sul mondo del lavoro e sulla condizione della lavoratrice donna. Precarietà e diritto al lavoro, sono i temi al centro di questo spettacolo teatrale dai risvolti drammatici.

Il cast

La rappresentazione, in un unico atto, vede sul palco: Laura Persico, Carla Ciocca, Bianca Santi, Barbara Mugnai, Rebecca Luparini, Alessia D’Alessandro, Malgorzata Jachna, Letizia Limitone, Elisa Puccini, Elisabetta Papallo, Irene Pantani e Bendetta Calogero. Scenografia: Patrizia Coli. Luci: Ugo Zammit e Luigi Liberti.

Info e prenotazioni: 0586210120 – vertigoteatro@tiscali.it.
Biglietti: intero 12 euro, ridotto 7 euro (bambini fino a 12 anni e allievi corsi Vertigo).

Guarda tutti gli spettacoli in programma al Teatro Vertigo.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*