Teatro Enzina Conte: il programma dei prossimi spettacoli

Prossimo appuntamento il 9, 10 e 11 dicembre

Particolare della locandina "CredoinunsolOdio". Foto: Vertigo
Share

Pubblicato ore 07:00

LIVORNO – Proseguono gli spettacoli al Teatro Enzia Conte del Centro Vertigo di via del Pallone. Questo fine settimana, 9, 10 (ore 21) e 11 (ore 17) dicembre andrà in scena “CredoinunsolOdio” di Stefano Massini per la regia Barbara Mugnai.

Eden Golan, docente di storia ebraica, Mina Wilkinson, militare statunitense, Shirin Akhras, studentessa palestinese, tre donne, tre mondi che sembrano irrimediabilmente lontani; non si conoscono, non si incontrano mai, ognuna persa dietro i propri drammi. Eppure sono una dentro l’altra, come una sola persona, sono facce della stessa medaglia, si muovono l’una nel mondo dell’altra, evocate da paure, desideri, inconfessabili verità, indissolubilmente legate in un susseguirsi di avvenimenti che precipitano fino ad un finale che le unirà per sempre, finalmente disvelando la loro comune essenza che affonda le radici nella follia della guerra.

Un testo che parla di donne, per le donne, dedicato alla condizione femminile, nella settimana che celebra la donna. Con Alessia D’Alessandro, Giulia Socci e Barbara Mugnai. Contributo audio: Sergio Brunetti.

Gino Lena

Il 26 dicembre (con replica il 14 e 15 gennaio) si ride con il vernacolo livornese, in scena “La ‘ura mira’olosa” di Gino Lena. Gaspare viene creduto in fin di vita dalla moglie e dalla suocera. Questo è dovuto ad uno scambio di lastre avvenuto per errore. Da questo momento gli viene concesso di tutto: fumare la pipa puzzolente, bere, uscire e non andare a lavoro. Il medico di famiglia però ha in serbo una cura miracolosa che moglie e suocera acquistano ad una cifra importante. La cura ottiene un risultato apparentemente eccellente, ma dovuto al fatto che Gaspare, in realtà, è sanissimo. Questa cura però ha un effetto collaterale assolutamente imprevisto. Il 26 lo spettacolo andrà in scena alle ore 17, il 14 alle ore 21 e il 15 gennaio alle ore 17.

“Senza Hitler”

È il titolo dello spettacolo della Compagnia degli Evasi APS in programma per domenica 29 gennaio (ore 17) di Edoardo Erba, regia di Alessandro Vanello, vincitore di ben 16 premi nazionale ed uno internazionale. “Scarso talento, prova di disegno insufficiente”, fu il verdetto di non ammissione per il diciottenne Adolf Hitler all’Accademia di arti figurative di Vienna nel 1907. Quel fallimento segnò probabilmente l’inizio di un processo di odio del futuro Fuhrer per tutta l’umanità.

In questo testo vincitore del “Premio Speciale della Giuria Riccione 2001”, l’autore Edoardo Erba, immagina e crea una dimensione parallela agli eventi accaduti: Hitler viene promosso all’esame dell’accademia di Belle Arti e realizza il sogno della sua giovinezza, diventare pittore. Ma in realtà la sua fama rimane quella di un pittore mediocre e irrequieto, che dipinge quello che nella nostra dimensione ha fatto: guerra, massacri, camere a gas.

Accanto a lui Eva, modella, donna delle pulizie, poi compagna di vita. A sessant’anni, quando il pittore Adolf Hitler sta per emergere dall’anonimato, dopo una vita di frustrazioni artistiche, viene intervistato da Anne, una giovane giornalista della Frankfurten Zeitung. Siamo negli anni 50, Stoccolma è la capitale dell’Europa.
Con: Andrea Carli/Pittore, Lucia Carrieri/Anne, Nicoletta Croxatto/Eva e Riccardo Avanzini/Sergente.

E ancora…

Il cartellone proseguirà con “In fondo a destra” regia di Lamberto Giannini e Rachele Casali domenica 5 febbraio ore 17; “Vertiganza” il 18 febbraio; “Tre sull’altalena” di Luigi Lunari il 24 febbraio; “Clemente” testo e regia di Diego Bellettini; “Un briciolo di umanità” di Andrea Brenna il 17 marzo.

Informazioni e prenotazioni

Prenotazioni per i vari spettacoli al numero 0586210120 anche con segreteria telefonica comunicando data spettacolo, numero posti, cognome e nome e recapito telefonico.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*