“Sulla strada per Kobane”, proiezione del documentario di un giovane videoreporter livornese

La proiezione di Enrico Del Gamba si terrà il 9 gennaio alla Goldonetta

sulla strada per kobane documentario in goldonetta
Share
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – “Sulla strada per Kobane” è un documentario che racconta la storia del popolo curdo vessato dalla guerra civile.

confine turco-siriano enrico del gamba
Enrico Del Gamba. Foto: Giacomo Sini, Enrico Del Gamba

Un documentario è stato realizzato da Enrico Del Gamba giovane video reporter freelance livornese che nel 2015 ha scelto di andare in Turchia per portare aiuti alla popolazione curda raggiungendo Kobane, città della Siria, zona al confine, a lungo sotto l’Isis e poi bombardata dagli americani.

LivornoSera aveva intervistato Enrico Del Gamba nel 2017 e aveva raccontato la sua storia (leggi l’intervista), parlando anche del materiale che Enrico aveva raccolto durante il suo viaggio e che ora è diventato un documentario che verrà proiettato giovedì 9 gennaio alle ore 21.30 alla Goldonetta.

“È nato tutto per caso – ha detto Enrico nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa – avevo 26 anni e non avevo mai partecipato a una spedizione umanitaria, sono partito con l’idea di andare ad aiutare che si trovava in difficoltà. Qui ho conosciuto tante persone e storie molto diverse e toccanti, tutte mi hanno colpito e hanno cambiato la mia visione del mondo”. Enrico si è recato al confine con una spedizione organizzata dalla MezzaLuna Rossa del Kurdistan Italia Onlus che porta cibo, acqua, beni di prima necessità a sostegno dei profughi siriani e che, a Livorno, ha la sede italiana. “Tra le varie storie che racconteremo nel documentario – ha detto Enrico – c’è anche quella di una ragazza che aveva lasciato il fratello a Kobane e di cui non aveva più notizie, così insieme a Giacomo Sini siamo partiti alla ricerca del fratello”.

confine turco-siriano enrico del gamba
Kobane. Foto: Giacomo Sini, Enrico Del Gamba

Al documentario ha collaborato anche il fotoreporter Giacomo Sini: “Mi trovavo già in Turchia in quel periodo come fotografo per vari giornali stranieri, avevo raggiunto la città di Kobane e mi ero accorto che tante famiglie erano divise perché non tutti i familiari riuscivano a oltrepassare il confine”.

Ma tutto è nato grazie a un kebab: “Enrico veniva spesso a mangiare qui – ha detto Alican Yeldz, proprietario di un kebab a Livorno e presidente della Onlus – e parlavamo molto della situazione in Siria e dell’impegno della MezzaLuna, è rimasto molto colpito e ha deciso di prendere parte alla spedizione. La MezzaLuna porta molti aiuti in Siria, grazie alla generosità degli italiani, abbiamo raccolto 130mila euro. Abbiamo fatto costruire un ospedale con gli aiuti degli italiani, che abbiamo inaugurato nel 2018 e che ha salvato tantissime persone durante i bombardamenti”.

confine turco-siriano enrico del gamba
Kobane. Foto: Giacomo Sini, Enrico Del Gamba

Grande soddisfazione è arrivata dal sindaco Luca Salvetti: “Questo documentario – ha detto – si lega al nostro pensiero, a quello di Buongiorno Livorno e del PD di sostegno alla MezzaLuna Onlus Livorno per l’aiuto che porta e per la difficile situazione in Siria”. L’assessore Barbara Bonciani con delega alla cooperazione e pace, ha invece sottolineato come questo documentario possa essere molto importante dal punto di vista didattico e pedagogico soprattutto per i giovani.

L’ingresso alla Goldonetta prevede un biglietto a offerta libera per raccogliere fondi destinati agli aiuti umanitari per l’emergenza nel nord-est della Siria. I posti disponibili sono limitati, chi è interessato può acquistare il biglietto al botteghino del Teatro Goldoni domani mercoledì in orario 16.30-19.30 o il giovedì in orario 10-13 e due ore prima dello spettacolo.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*