Storia di calcio e umanità: Ariele Vincenti racconta “Ago capitano silenzioso”

Ancora posti disponibili per questo spettacolo di Scenari di Quartiere

Ariele Vincenti
Share

Pubblicato ore 12:00

LIVORNO – “Quando ho deciso di raccontare Ago volevo farlo dal punto di vista del popolo, della gente comune. Cosa ha significato per la città di Roma avere una figura così importante non solo come calciatore ma come uomo. Di tutti quei valori che lui trasmetteva alle nuove generazioni e fare in modo che arrivasse un messaggio ai giovani di oggi che non lo hanno potuto conoscere”. Sono le parole di Ariele Vincenti, artista romano, classe 1977, che questa sera alle ore 19.30 salirà sul palco del parcheggio Carli di via di Salviano per lo spettacolo “Ago il capitano silenzioso“.

È la storia del capitano della Roma Agostino di Bartolomei che rivivrà attraverso il monologo di Vincenti che nei panni di un tifoso ex Ultrà di Curva anni ‘80, racconta a un suo amico tutta l’infanzia passata con Agostino a Tor Marancia e la successiva carriera da calciatore fino al triste epilogo della sua vita.

Dopo la conclusione dello spettacolo sarà possibile assistere alla partita di calcio della Nazionale italiana su maxi schermo.

Sono ancora disponibili biglietti per questa sera su prenotazione obbligatoria (posto unico euro 3), lo spettacolo si svolge in osservanza delle norme di sicurezza ai sensi dei vigenti decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri e che per motivi di sicurezza si dovrà indossare la mascherina per tutta la durata dello spettacolo e che non sarà possibile spostarsi dal posto assegnato. Informazioni e prenotazioni sul sito di Scenari di Quartiere.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*