Spostata la statua del Villano, eroico esempio di difesa di Livorno

Dopo il restauro verrà posta in piazza del Municipio

statua del villano
Il momento della rimozione della statua. Foto: G. Donati
Share
  • di Gianluca Donati

LIVORNO – La statua del Villano cambierà posto e verrà posizionata in piazza del Municipio dopo un periodo di restauro. Ieri, 8 giugno, si sono svolte le procedure per la rimozione presso Largo Fratelli Rosselli, dove si trovava, alla presenza del sindaco Luca Salvetti, di Lenny Bottai dell’associazione “Repubblica dei villani” e di Giovanni Cerini dirigente del settore attività culturali, musei e fondazioni del Comune di Livorno.

la livornina chiede il restauro del villano
La statua in Largo Fratelli Rosselli. Foto: Va.Cap.

“Grazie a questi cittadini che per la loro città hanno raccolto dei fondi e li hanno messi a disposizione per integrare quello che era già il fondo destinato al restauro – ha detto il sindaco – I simboli di Livonro sono tanti, quelli classici come i 4 Mori, la Terrazza Mascagni, le Fortezze, ma anche questo è un simbolo vero di Livorno che ha una caratteristica particolare e il fatto di ricollocarlo in una dimensione diversa ha un valore enorme”.

All’arrivo della stampa, la statua era già stata staccata dal suo basamento ed era imbrigliata e tenuta sospesa in aria. Il sindaco ha dato merito alla precedente amministrazione comunale di aver avviato questo progetto, che è stato ereditato e portato a termine dall’amministrazione attuale.

Salvetti ha anche precisato che sarà attuata un’operazione di riqualificazione del parco di piazza di Largo Fratelli Rosselli, un intervento resosi necessario e sicuramente apprezzato dalla cittadinanza, considerando che l’area è da troppo tempo lasciata a se stessa in condizioni di degrado.

La storia del Villano

Siamo nel 1496, Livorno è sotto Firenze, genovesi, veneziani e tedeschi guidati dall’Imperatore Massimiliano d’Asburgo vogliono usurpare ai fiorentini la città labronica e assediano Livorno, ci sono eserciti via terra e via mare, ma un gruppo di contadini e pescatori si riunisce per difendere la loro città e a simboleggiare questi villani, che riescono nell’impresa, grazie anche al vento di libeccio, viene eretta a opera di Firenze, come ringraziamento, la statua. Il villano raffigurato sembra fosse un certo Guerrino da Montenero, uno dei contadini che fu alla guida dell’eroica resistenza, con lui c’è il cane simbolo di fedeltà.

Il video della rimozione

Statua del Villano

Il momento della rimozione della statua del Villano posta in Largo Fratelli Rosselli. Video: Gianluca Donati

Posted by LivornoSera.it – Giornale online on Monday, June 8, 2020

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*