“Spazza via l’odio”: flash mob a favore della legge contro l’omo-lesbo-bi-transfobia

Appuntamento alla Terrazza Mascagni

La bandiera arcobaleno simbolo del movimento LGBT
Share

Pubblicato ore 18:58

LIVORNO – Un flash mob per dire no all’odio e sì alla legge contro l’omo-lesbo-bi-transfobia si svolgerà domani mattina 11 luglio alle ore 11 alla Terrazza Mascagni.

L’evento nasce dalla collaborazione tra il Comitato “Dà voce al rispetto” e le associazioni Agedo Livorno Toscana e L.E.D. Arcigay Livorno. Il flash mob si intitola “Spazza via l’odio“. “Gli eventi di questi ultimi mesi – scrivono gli organizzatori – hanno sottolineato quanto sia necessaria e urgente una legge. L’odio che riempe i nostri mezzi di comunicazione è diventato insostenibile; è un odio fatto di solitudine, di incomprensione, di arroganza e, non ultimi, di ignoranza. Il DDL Zan contro l’omo-lesbo-bi-transfobia e la misoginia è una parte fondamentale per proseguire tutte e tutti insieme in un reciproco rispetto”.

Aderiscono all’iniziativa: Rete Genitori Rainbow, Famiglie Arcobaleno, FriedLi, Associazione Morphe’, Progetto EssereTutt*, UAAR – Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti e Il Faro di Pistoia.

Anche l’Amministrazione comunale è al fianco delle associazioni: “Livorno – dichiara l’assessore ai diritti Andrea Raspanti – deve rilanciare la sua vocazione di città aperta, libera e civile, in cui ognuno possa essere se stesso fino in fondo senza subire discriminazioni o pregiudizi. Grazie ad associazioni come Agedo e Arcigay la cultura del nostro paese ha fatto molti progressi. Siamo al loro fianco anche in questa nuova battaglia. La legge a sostegno della quale è stata convocata la manifestazione di sabato è un necessario passo in avanti. Nel dibattito politico e culturale di questi ultimi mesi, complice la crisi, assistiamo a un revival di vecchie gerarchie tra diritti tra diritti sociali, giudicati più importanti, e diritti civili, giudicati secondari. Credo che queste gerarchie siano solo un modo mascherato di riproporre pregiudizi e paure che invece devono essere superati una volta per tutte. Servono un grande sforzo culturale e l’impegno di tutti, ma il Parlamento ha un’opportunità importante da non lasciarsi sfuggire”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*