Silos Granario: visita guidata a cura di Agave

Esempio di archeologia industriale

Share

Pubblicato ore 16:00

LIVORNO – Una visita guidata all’interno dell’edificio industriale del Silos Granario si terrà per domani, sabato 23 aprile, alle ore 16 a cura della cooperativa Agave.

Questo monumentale esempio di archeologia industriale da quasi cent’anni caratterizza lo skyline di Livorno, custodendo al suo interno la storia della conservazione e della manipolazione del grano nel XIX secolo.

Costruito tra il 1921 e il 1924 dall’ingegnere genovese Cristoforo Bozano, il Silos fu progettato con l’innovativa tecnica del Sistema Hennebique. Questa avveniristica struttura assecondava tutte le necessità della movimentazione del grano, permettendo di caricare e scaricare i prodotti cerealicoli su treno, nave e camion.

Dopo alcuni decenni di chiusura e degrado il Silos è stato recentemente al centro di alcuni interventi di restauro.

Il 10 marzo è stato presentato alla città il progetto curato dalla Cooperativa Agave con il contributo di Fondazione Livorno e in collaborazione con Autorità del Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, Porto Immobiliare s.r.l. e l’Associazione Autismo Livorno (APS) dal titolo “Silos Granario: Melting Pot didattico e culturale, tra città e porto”.

Tale progetto nasce dalla volontà di far conoscere, valorizzare e rendere maggiormente fruibile l’imponente struttura del Silos Granario, dando l’occasione di farne conoscere le origini, le vicende storiche e l’importante collegamento con il porto e con la città di Livorno attraverso alcune attività didattiche e visite guidate.

Oggi è possibile accedervi grazie a speciali aperture e scoprirne la storia, le dinamiche e il ruolo essenziale che il silos ha ricoperto a lungo nel contesto economico e sociale della città.

Per partecipare è necessario prenotare chiamando il 3395997513 oppure scrivendo a didattica@agaveservizi.it.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*