Sala gremita e grande successo per il concerto in ricordo Pietro Gori

Al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo

Un momento del concerto
Share

Pubblicato ore 14:00

LIVORNO – Mercoledì 20 ottobre si è svolto presso il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, nella bellissima Sala del Mare concessa dalla Provincia, che ha dato anche il Patrocinio, un evento un po’ inconsueto, intitolato “Pietro Gori a Villa Henderson”. Per ricordare i 110 anni dalla morte di questa figura di pensatore e attivista anarchico, che ha vissuto e operato anche nella nostra città, il Coro Garibaldi d’Assalto ha pensato di onorare “l’avvocato” realizzando una iniziativa articolata in forme e momenti diversi.

La Sala del Museo

L’evento si è aperto con una presentazione del Coro da parte del Direttore artistico Pardo Fornaciari, personaggio ben noto a livello nazionale, studioso di storia, di ebraismo e di canto popolare; Fornaciari da circa dieci anni rende il suo Coro partecipe alle più importanti iniziative pubbliche relative ad importanti momenti storici (Risorgimento, Resistenza, stragi nazifasciste, ma anche eventi più recenti).

Successivamente Laura Bastogi, ideatrice e sceneggiatrice del video intitolato “L’amore, l’ideale, le prigioni, la lotta. Pietro Gori: canti e poesie” la cui proiezione è avvenuta poco dopo, ha tenuto una breve lezione su Pietro Gori, il focus della serata, parlando di alcuni aspetti peculiari della sua variegata personalità e accennando all’impostazione del video stesso.

A seguire Maria Grazia Fontani ha introdotto il contributo originale, realizzato da lei stessa elaborando e integrando testi dei due relatori precedenti: un audiovisivo divulgativo su Pietro Gori, la sua vita e il suo tempo, ricco anche di contributi originali grafici (disegni di Mario Gavazzi) e poetici (un sonetto di Stefania Virgili), di immagini di repertorio, di documenti, nonché di filmati e di tracce sonore del Coro e di cantanti solisti, come Alessandra Falca.

Maria Grazia Fontani

È stata poi la volta del concerto vero e proprio: i canti, di Pietro Gori e non solo, sono stati eseguiti dal vivo dal Coro Garibaldi sotto la direzione di Maria Torrigiani (nota cantante solista, una delle voci più affascinanti del canto popolare, nel filmato presente insieme al chitarrista Marco Del Giudice, primo musicista del Coro) e con l’accompagnamento al piano di Stefania Casu.

Il pubblico ha mostrato di apprezzare molto l’evento: la sala era al massimo della sua attuale capienza tanto che alcune prenotazioni purtroppo non sono state accettate. L’organizzazione è stata rigorosa nel rispetto di tutte le norme attualmente in vigore, e in questo va riconosciuto l’impegno particolare e la professionalità della direttrice del Museo dott.ssa Anna Roselli che si è prodigata affinché l’evento si svolgesse in piena sicurezza. Dato il successo è possibile che sia presto organizzata una replica in altra sede.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*