Robot ed emozioni al Festival Internazionale della Robotica

Quest'anno sarà Pisa la sede ed il programma è molto nutrito

PISA – Il prossimo 8 settembre fino al 13 settembre, si svolgerà il Festival Internazionale della Robotica a Pisa. Già nel 2016 si tenne a Livorno la settimana della Soft-robotics con una gara tra centri di ricerca e università di tutto il mondo. Furono in 140 ricercatori giovanissimi a contendersi lo scettro del robot più utile ad aiutare nei settori della salute, della sicurezza sul lavoro e sulla qualità della vita per gli anziani. I promotori furono il laboratorio di biorobotica della Scoglio della Regina con Cecilia Laschi e l’Iit di Genova con Barbara Mazzolai, due livornesi tra le più autorevoli scienziate del mondo.

Quest’anno sarà in Pisa la sede del Festival ed il programma è molto nutrito: l’8 settembre il convegno “Robotics and Emotions” (dalle 14 alle 19 alla Facoltà di Ingegneria) che mira a riunire i principali scienziati accademici, ricercatori e studiosi per scambiare e condividere le loro esperienze e i risultati delle loro ricerche a cavallo tra le neuroscienze e la robotica, con un particolare focus sulla sfera emotiva. Gli argomenti trattati variano dalla capacità dei robot di esprimere emozioni, all’interazione emotiva tra esseri umani e robot, alle reazioni emotive gradevoli e inquietanti che gli androidi possono innescare.

Il 9 settembre, agli Arsenali Repubblicani (dalle 9 alle 13), si terrà il convegno dal titolo: “Live-surgery: sospensione laterale degli organi pelvici robot-assistita”, cui seguirà la tavola rotonda di esperti sull’evoluzione della tecnica chirurgica nel temp0.

Il 10 settembre, dalle 9 alle 18 (Arsenali repubblicani) spazio al convegno “Sport e Handicap”, di cui è referente il professor Marco Gesi (Unipi), con il rettore Paolo Mancarella, il professor Mario Petrini e il dottor Antonio Cambi nel comitato scientifico.

Il 12 settembre, ancora agli Arsenali repubblicani (dalle 9 alle 18), si terrà il convegno dal titolo: “Le tecnologie nella cooperazione umanitaria” di cui è referente il professor Mosca. Infine, il 13 settembre, agli Arsenali Repubblicani (dalle 9.30 alle 13) ci sarà il convegno: “Turismo e disabilità: importanza delle tecnologie” di cui è referente il professor Mosca e con numerosi professionisti di Aoup-Unipi nel comitato organizzatore (Maria Francesca Egidi, Franco Filipponi, Paolo De Simone, Antonio Cambi, Mario Petrini, Alberto Piaggesi, Marco Romanelli).

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*