“RisorgiMarche”: tanti big per aiutare i terremotati

Concerti gratuiti nei prati e ai piedi dei monti Sibillini

I monti Sibillini

MARCHE – Si chiama “RosorgiMarche” ed è un evento gratuito che riunirà numerosi big della musica italiana con l’obiettivo di contribuire alla rinascita delle Marche dopo il terremoto che ha colpito in maniera violenta questa regione. Un festival diffuso nel territorio, nato da un’idea dell’attore Neri Marcorè e che coinvolgerà cantanti come Niccolò Fabi, Paola Turci, Malika Ayane, Max Gazzè, Fiorella Mannoia e molti altri. I cantanti si esibiranno in palcoscenici davvero particolari, immersi nel verde, tra i monti, in luoghi suggestivi che questa terra offre. L’evento si svolgerà dal 25 giugno al 3 agosto e i concerti saranno gratuiti.

                                         Niccolò Fabi

Ad aprire la manifestazione sarà Niccolò Fabi insieme allo Gnu Quartet, il 25 giugno ad Arquata del Tronto nel suggestivo paesaggio offerto da Forca di Presta sui Monti Sibillini; il 7 luglio sarà la volta di Malika Ayane a Cingoli presso la Domus San Bonfilio; l’8 luglio Daiana Lou si esibirà a Propezzano nel comune di Montegallo.

Ron canterà il 9 luglio a Pintura di Bolognola sede di un complesso sciistico che conta quasi 10 km di piste, nella provincia di Bolognola. Enrico Ruggeri il 12 luglio a Campolungo, mentre Paola Turci è attesa il 20 luglio nella località di Piani di Ragnolo dove trovano posto campi di prati dalla fioritura spontanea.

Fiorella Mannoia

Il 23 luglio sarà la volta di Bungaro che suonerà sul monte di Roccacolonnalta a San Ginesio, un luogo suggestivo immerso nel silenzio. Ha scelto i Boschi di Canfaito (San Severino) con i suoi faggi secolari, Samuele Bersani il 25 luglio. È invece Rubbiano, frazione del comune di Montefortino, la località designata per accogliere Daniele Silvestri, il 27 luglio. Un duo d’eccezione invece salirà sul palco di Morro, frazione del comune di Camerino, saranno Fiorella Mannoia e Luca Barbarossa, il 30 luglio.

Francesco De Gregori

A chiudere il mese sarà Brunori Sas, nella zona di Foce (Montemonaco) il 31 luglio. Gli ultimi due appuntamenti saranno l’1 agosto con Max Gazzè sull’Altopiano di Montelago (Sefro) e Francesco De Grogori con gli Gnu Quartet e l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, il 2 agosto al Santuario di Macereto (Visso).

“I palcoscenici saranno i prati panoramici più belli delle Marche – ha detto Neri Marcoré – la scenografia rappresentata dalla cornice dei Sibillini e da cieli azzurri, la luce garantita dalla benedizione e benevolenza del sole pomeridiano. I vantaggi sono molteplici: il bassissimo impatto ambientale, non ci sarà infatti bisogno di luci artificiali e l’energia per la strumentazione sarà garantita da accumulatori; i veicoli a motore verranno lasciati a debita distanza, fuori portata, poiché l’unico prezzo da pagare saranno il sorriso e la buona disposizione, misti al piacere di camminare o pedalare per raggiungere il luogo dello spettacolo insieme alle altre persone.

La capienza illimitata: trattandosi di prati, i posti non saranno numerati né tanto meno potranno esaurirsi. Bisognerà solo munirsi di plaid o cuscini per sedersi sull’erba. “RisorgiMarche” offrirà una piccola ma significativa opportunità di visibilità a tutti quei produttori locali e artigiani che hanno dovuto interrompere o ridurre la propria attività commerciale in seguito al sisma: potranno esporre e vendere i loro prodotti in apposite aree attrezzate, allestite in punti strategici, a ridosso o nel paese del comune di riferimento del concerto, comunque non troppo lontane dai parcheggi”.

Per consultare il programma clicca qui.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*