Riportare a Castiglioncello un festival del cinema: se ne parla a “Le notti del Cormorano”

Un dibattito che intende coinvolgere anche cittadini e turisti

Foto di Dominic Wunderlich da Pixabay
Share

Pubblicato ore 14:00

CASTIGLIONCELLO – Si chiude quest’oggi, 26 luglio, la tre giorni delle Notti del Cormorano nel parco di Castello Pasquini aperta con l’interessante incontro con l’attrice Monica Guerritore il 24 luglio. Nel pomeriggio di oggi, alle ore 18, si terrà un dibattito dal titolo “Castiglioncello è cinema: conversazione a più voci per un nuovo festival“.

Un dialogo tra il sindaco di Rosignano, Daniele Donati che con Licia Caprai Montagnani – vicesindaco e assessore al turismo e alla cultura, Jacopo Capanna – produttore e distributore cinematografico, Massimo Ghirlanda – presidente del Centro Studi Commedia all’italiana e Valerio Groppa – regista, che si svilupperà con i cittadini, residenti e turisti, con gli operatori economici e industriali del territorio per “ragionare insieme” su un’ipotesi di festival del cinema a Castiglioncello. La conversazione vedrà intermezzi musicali su arie celebri della settima arte a cura di Gabriella Collaveri accompagnata al piano da Stefania Casu.

“Concludiamo questa edizione, organizzata dal Comune di Rosignano Marittimo e dal Centro Studi Commedia all’Italiana, che è stata particolarmente fortunata per il successo di pubblico che ha riscontrato – ha dichiarato Licia Montagnani – con una call pubblica, perché vogliamo riportare a Castiglioncello un festival dedicato al cinema. L’idea è quella di trovare una sinergia tra tutte le realtà economiche e industriali del territorio per raggiungere insieme questo importante obiettivo, volto anche ad allungare la stagione turistica e culturale. In questa stessa ottica si è dato avvio quest’anno alla prima edizione del Premio il Cormorano, riservato ad un cortometraggio, simbolo di un cinema che dalle radici del passato si proietta verso il futuro”.

Le notti del Cormorano si concluderanno quindi questa sera alle 21:30, all’Arena Pineta con la consegna del primo Premio il Cormorano 2023 che sarà assegnato a Mattia Napoli per il corto The Delay, la storia di Arturo, per il quale sentirsi fuori sincrono con il resto del mondo, non è solo una sensazione.

Mattia Napoli è regista e montatore freelance, laureato in Storia del Cinema presso l’Università degli Studi di Torino, ha scritto e diretto The Delay, il suo primo cortometraggio d’autore, selezionato a Alice nella città, vincitore come miglior corto e migliore attore a Cortinametraggio e a numerosi altri festival italiani e internazionali.

Ingresso libero.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*