Rexistence: storie di guerra, approda al Goldoni

Esistenze legate ad un filo per la differenza di credo.

Share

LIVORNO- Al Teatro Goldoni arriva, stasera, Rexistence, il racconto senza tempo di alcuni  giovani che si affacciano alla vita ma sono costretti a prender in braccio un fucile e fare la guerra in nome di Dio. “Quale Dio” si chiedono spesso, mentre vedono scorrere sangue lungo le strade della loro città, ormai divisa dallo spartiacque della differenza di credo. Una storia di ragazzi, della loro voglia di vivere e di sperimentare tutto quello che possono, sapendo che la loro esistenza è legata a un filo talmente sottile da diventare invisibile.

Rexistence parla di vivi, di morti, tutti uniti in un unico cammino verso una meta che ancora non conoscono ma che sperano sarà quella giusta. Liberamente ispirato alla pièce “Croisades “ di Michel Azama, lo spettacolo intreccia musica e drammaturgia coniugando due linguaggi che si abbracciano e si confrontano arricchendo la storia e rendendola estremamente attuale.

Le musiche, tratte dal repertorio rock e pop, diventano parole vive sulla bocca dei personaggi e li definiscono in maniera unica, così come gli arrangiamenti vocali e musicali. 

Arrangiamento musicale di Five Live e Niki Mazziotta
con la collaborazione di: Gabriele De Pasquale [Chitarra Acustica e Elettrica], Anita Salvini [Violoncello e Clarinetto], Edoardo Vilella [Pianoforte] ,Gabriella Ciangherotti [Batteria e Percussioni]

Arrangiamento vocale: Five Live
Direzione musicale: Niki Mazziotta
Regia: Paola Martelli

Interpreti: Nicol Domenici (Mamma Chioccia), Filippo Sassano (Ismaele), Antonio Siani (Gionata), Carolina Longone (Bella), Martina Riso (Krim), Caterina Barsotti (Zack), Valentina Nieri (Donna coperta di fango), Silvia Magnani (Vecchietta), Rossella Caciagli (Vecchietta), Marco Carnevali (Bambino); Claudia Stark Perossini (Bambina), Alessio Bonaretti (Ensamble), Giovanni Parlanti (Ensamble).

Biglietto: 8 euro posto numerato

Biglietteria: Martedì e Giovedì 10.00 – 13.00
Mercoledì, Venerdì e Sabato 17.00 – 20.00
Tel. 0586 204237 – 0586 204290

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*