Premio Rotonda, si parte con tante novità ma senza finanziamenti prossime edizioni a rischio

L'inaugurazione si terrà sabato 10 agosto alle ore 21.30

premio rotonda si parte
Da sn: l'assessore Lenzi e gli organizzatori Russo, Korbel, Calvetti, Chiesi e Cristiano
Share
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Il Premio Rotonda scalda i motori, anche quest’anno la rassegna di arte più famosa della città labronica è riuscita a superare tutti i problemi e le difficoltà che avevano messo a rischio a sua realizzazione e torna con la 66esima edizione da sabato 10 agosto al 25 agosto alla Rotonda di Ardenza. Questa è la prima notizia positiva perché circa un mese fa il presidente di Ro-Art e responsabile dell’organizzazione, Roberto Russo aveva accennato alla possibilità che se non ci fosse stato un numero consistente di artisti partecipanti e di finanziamenti, il Premio era a rischio realizzazione (leggi l’articolo).

Gli artisti ci sono

Roberto Russo

“Sono 52 gli artisti iscritti, molti pittori, qualche scultore e fotografo – ha detto Russo in conferenza stampa – e ciascuno spazio sarà dedicato alla vita artistica del partecipante e riguarderà soprattutto l’ultimo periodo della sua produzione, inoltre abbiamo puntato su un aggiornamento delle opere degli artisti e vorremmo che ogni volta si sfidassero tra loro per far vedere cosa sono in grado di fare, come vuole un vero Premio di arte. Il Premio Rotonda – ha proseguito Russo – è un po’ come quando gioca la Nazionale di calcio, ci sentiamo tutti allenatori, così quando andiamo a vedere le opere alla Rotonda ci sentiamo tutti in grado di dare giudizi e fare apprezzamenti perché è parte di noi. Negli ultimi anni ci sono state molte difficoltà ma per fortuna anche quest’anno siamo arrivati a realizzare il Premio pur senza aiuti da parte dell’Amministrazione, ma non vuol essere una critica”.

Più finanziamenti

Maurizio Pupilli

“Volevo sollevare il problema dei finanziamenti – ha proseguito il vicepresidente di Ro-Art Maurizio Pupilli – come associazione no profit noi siamo volontari, gli anni passati avevamo lo spazio gratis visto che ci occupavamo dell’organizzazione in maniera gratuita, quest’anno invece abbiamo preferito pagare anche noi, soprattutto visto che abbiamo dovuto aumentare la quota di partecipazione e molti artisti all’inizio erano contrari. Il problema è che nel corso degli anni è venuta a mancare quella solidarietà sia da parte delle istituzioni che dei privati, anche famiglie di pittori ormai scomparsi, che prima davano un contributo, ma abbiamo comunque realizzato la rassegna nell’interesse di Livorno perché il Premio Rotonda fa parte della città ed è importantissimo e i livornesi ci tengono. Saltare un anno vorrebbe dire difficilmente riprendere quello successivo. Gli anni passati il Comune dava 10mila euro, la Fondazione Cassa di Risparmi 3mila, i Portuali 3mila euro, ma sono spariti tutti e neppure la passata Amministrazione ci ha dato una mano per quest’anno, da soli non ce la facciamo, non è possibile”.

Le novità

Massimiliano Simoni

Ma quali sono le novità che riguardano il Premio? Intanto la direzione artistica quest’anno vede la presenza di Massimiliano Simoni, per anni direttore artistico della prestigiosa rassegna La Versiliana; la giuria sarà composta da Andrea Granchi, artista, film-maker, curatore e docente all’antica Accademia delle Arti del disegno di Firenze, Giovanna Carli, critico d’arte e giornalista e Francesca Giampaolo, ex responsabile ufficio Musei del Comune di Livorno, oggi in pensione.

I Premi confermati e qualche novità

Oltre alla conferma del Premio Mario Borgiotti Rotonda 2019 (premio acquisto di € 2000) e del Premio Nedo Luschi (premio di € 500), si aggiunge il Premio Fondazione Lepori (premio al merito) che hanno dato anche un contributo economico alla rassegna; e poi il Premio Anna Lisa Demi (premio al merito), Premio Toscana Arte G. March (premio al merito) e il Premio Ro Art (premio al merito). Inoltre potrebbe aggiungersi un altro premio della Cairo Editore.

Alcuni degli eventi

Numerosi poi gli appuntamenti che arricchiranno la rassegna organizzati da Claudio Calvetti, l’inaugurazione si svolgerà il 10 agosto alle ore 21.30 ed è previsto anche un omaggio a Pietro Mascagni; il 14 agosto si terrà un importante incontro aperto alla cittadinanza e dedicato al futuro del Premio Rotonda a cura di Daniele Stiavetti; sarà invece una serata che unirà musica e parole quella del 16 agosto con la presenza del cantante Aleandro Baldi (due volte al Festival di Sanremo) che parlerà del suo amore per la musica e della sua vita da non vedente.

Il 17 agosto si svolgerà un’asta benefica con le opere realizzate il 2 giugno scorso nel corso dell’Estemporanea d’arte che si tenne alle Terme del Corallo, promossa da Associazioni Reset e Toscana Arte- G. March, finalizzata alla raccolta fondi per il recupero del complesso architettonico e ambientale delle Terme. Il tutto sarà allietato dalla presenza di Umberto Falchini e dalle inserzioni umoristiche di Giovanni Bondi.

Il 18 agosto omaggio a Lucio Battisti con Oro Nero Tribute Band, evento promosso dallo Chalet della Rotonda e il 22 agosto presentazione del libro dal titolo “I capolavori rubati” (Skira Editore) di Luca Nannipieri, critico d’arte che con Fabrizio Moretti, presidente della Biennale di Firenze, parleranno delle opere durante il periodo di guerra e nel dopoguerra sono state trafugate e portate all’estero. Presenta Massimiliano Simoni.

Il 24 agosto si svolgerà la premiazione della rassegna.

L’assessore alla cultura Simone Lenzi ha espresso al sua soddisfazione per la realizzazione del Premio che: “È storia della città, l’importante è parlarne sia nel bene che nel male. Siamo in una fase in cui dobbiamo inquadrare di nuovo questa rassegna affinché non si verifichi il rischio di una sua mancata realizzazione, pertanto i primi di settembre organizzeremo un tavolo e cercheremo di buttare giù delle linee guida, un indirizzo per capire cosa fare, compreso una maggiore attenzione all’aspetto mediatico”.

Accanto a Ro-Art, il sostegno dell’Associazione Reset e di Toscana Arte Giovanni March.

Ecco di seguito il programma

– 10 agosto ore 21,30 Cerimonia di inaugurazione del Premio nazionale Città di Livorno “Mario Borgiotti” Rotonda 2019
– 11 agosto ore 21,30 Quattro chiacchiere con Giovanni Lomi, Michele Pierleoni e Consalvo Noberini, evento promosso dallo Chalet della Rotonda
– 13 agosto ore 21,30 Miss Livorno Calcio evento promosso dallo Chalet della Rotonda, a cura di Pss Eventi
– 14 agosto ore 20,30 2020 ed oltre. Quale futuro per il Premio Rotonda?, a cura di Daniele Stiavetti, incontro aperto. A seguire musica dal vivo
– 15 agosto Grigliata di pesce con musica dal vivo a cura dello Chalet della Rotonda
–  16 agosto ore 21,30 Arte, musica, parole. Aleandro Baldi si racconta. Presenta Massimiliano Simoni
– 17 agosto ore 21,30 Asta benefica delle opere realizzate il 2 giugno con la collaborazione delle associazioni Reset e Toscana Arte. Con l’amichevole partecipazione di Umberto Falchini e le inserzioni umoristiche di Giovanni Bondi
– 18 agosto ore 21,30 Oro Nero, Lucio Battisti Tribute Band, evento promosso dallo Chalet della Rotonda
– 20 agosto ore 21,30 Rotonda songwriters, evento promosso dallo Chalet della Rotonda, open mic
– 21 agosto ore 21,30 Musica a Livorno anni 60 e Musica a Livorno anni 70. Due libri di Massimo Volpi presentati dall’autore e da Stefano Lucarelli. La band “GENIUS” ce li farà percorrere musicalmente
– 22 agosto ore 19,30 I capolavori rubati di Luca Nannipieri (Skira Editore), presenta Massimiliano Simoni
– 23 agosto ore 21,30 Summer Talent Show a cura di Pss Eventi
– 24 agosto ore 21,30 Premiazione del Premio nazionale Città di Livorno “Mario Borgiotti” Rotonda 2019
– 25 agosto ore 21,30 Il resto della ciurma -Vasco Rossi Tribute Band, evento promosso dallo Chalet della Rotonda
Incontri pomeridiani, dalle ore 17,30 nella saletta interna dello Chalet della Rotonda
– 17 agosto. L’Officina del Graffio, presenta La Grafica d’Arte con Mary Cappiello e Fabrizio Pizzanelli
– 21 agosto. Presentazione del libro Il Sopravvissuto di Gloria Benini. Romanzo liberamente ispirato alla vita di Antonio Cristiano (Erasmo Editore), presenta Roberto Russo

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*