“Politica e disastri naturali”, se ne parla al convegno di Istoreco

Diffondere conoscenze e consapevolezza su politiche di prevenzione

disastri naturali
Share

LIVORNO – “Politica e disastri naturali fra passato e presente” è il titolo del convegno organizzato da Istoreco per domani, lunedì 4 dicembre, presso la Sala Convegni SVS (via delle Corollaie, 10). “Nel 2016 Istoreco – scrivono gli organizzatori – chiese al MIBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) un finanziamento per organizzare un’iniziativa sui disastri naturali, nella convinzione fosse importante affrontare l’argomento. A distanza di un anno, ottenuto lo stanziamento, e soprattutto alla luce dei recentissimi eventi che hanno colpito duramente Livorno, appare ancora più urgente riflettere sull’importanza di valorizzare la capacità delle comunità di ridurre l’impatto delle catastrofi naturali e diffondere conoscenze e consapevolezza riguardo alla necessità di serie politiche di prevenzione”.

Il convegno avrà inizio alle ore 9 e, dopo i saluti di Alessandro Franchi, presidente della Provincia di Livorno, di Marida Bolognesi, presidente SVS e l’introduzione di Marco Manfredi di Istoreco, si entra nel vivo con “Un territorio inquieto: le emergenze naturali nella storia d’Italia” di Salvatore Botta, Università di Bologna, segue “Le catastrofi naturali nell’era della globalizzazione: un’analisi socio-spaziale” di Sonia Paone, dell’Univesità di Pisa; “Alluvioni d’Italia dall’Unità al terzo millennio: che cosa abbiamo imparato e che cosa dobbiamo ancora imparare” a cura di Renzo Rosso (Università di Milano) e “Una testimonza: l’alluvione del 1996” di Paolo Fontanelli, deputato e commissario straodinario dell’alluvione del 1996 in Versilia.

Poi, dopo la pausa, il convegno riprenderà alle 14.30 con “Dall’emergenza alla prevenzione. Il Piano di ItaliaSicura” con Erasmo D’Angelis, responsabile della struttura di missione ItaliaSicura presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Infine “Il contrasto al dissesto: nuove linee guida, normative, cantieri, investimenti” di Mauro Grassi (Italia Sicura).

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*