Pittura, musica, robotica: il 2018 anno di grandi mostre

Da Picasso a Caravaggio, da McCurry ai Pink Floyd

2018 mostre
Share
  • di Valeria Cappelletti:

Il 2018 promette bene per l’Arte, nei musei italiani saranno moltissime le mostre legate al mondo della pittura, della fotografia e della musica.

PINK FLOYD. Si parte proprio con la musica, al Museo Macro di Roma (via Nizza) arriva “The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains” dal 19 gennaio all’1 luglio. La mostra racconta il ruolo cruciale di questa band nel passaggio culturale dagli anni sessanta in poi, un viaggio audiovisivo attraverso 50 anni di uno dei gruppi rock più iconici del mondo. I visitatori si troveranno immersi nella musica, in particolare nella Performance Zone, dove verrà ricreato l’ultimo concerto del 2005; e poi moltissimi oggetti inediti legati alla band.
Orario: lunedì, martedì, mercoledì, domenica ore 9.00-21.00; giovedì, venerdì e sabato ore 9.00-24.00. L’ingresso è consentito fino a un’ora prima della chiusura.
Biglietto: intero 18 euro, ridotto 16 euro, studenti 14 euro, sono presenti molte convenzioni.

MAGRITTE. Il Palazzo delle Esposizioni di Roma ospita, dal 10 febbraio al 10 giugno, “La mela di Magritte“: una mostra-laboratorio per creare combinazioni di immagini e parole e stravolgere la realtà. La mostra, a cura dei Servizi educativi-Laboratorio d’arte, nasce dal libro “La mela di Magritte” di Klaas Verplancke, un progetto editoriale del MoMA, Museum of Modern Art di New York, che arriva in Italia grazie alla casa editrice Fatatrac – Edizioni del Borgo. Ingresso libero da Via Milano 13.
Orari: domenica, martedì, mercoledì e giovedì dalle 10:00 alle 20:00; venerdì e sabato dalle 10:00 alle 22:30 – lunedì chiuso.

FUTURO. Sempre Palazzo delle Esposizioni propone dal 27 febbraio “Human+. Il futuro della nostra specie” che espolerà il legame che sempre di più l’uomo ha con settori come la biotecnologia, la robotica e all’intelligenza artificiale.

GIAPPONE. È dedicata a Utagawa Hiroshige, incisore e pittore giapponese, la mostra alle Scuderie del Quirinale (Roma) a marzo con una retrospettiva che vedrà l’esposizione di ben 230 opere.

MICHELANGELO E CARAVAGGIO. I Musei di San Domenico, a Forlì, ospitano a febbraio “L’eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio“, analisi dell’evoluzione dell’arte dalla fine del Rinascimento all’affermarsi di un’età più moderna.

PICASSO, DE CHIRICO E MORANDI. Cento capolavori del 19esimo e 20esimo secolo provenienti dalle collezioni private bresciane in mostra a Palazzo Martinengo (via dei Musei 30) dal 20 gennaio al 10 giugno. Orario: dal mercoledì al venerdì 9-17.30; sabato, domenica e festivi 10-20. Lunedì e martedì chiuso.

MCCURRY. A febbraio le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia ospitano oltre 100 scatti del fotografo americano Steve McCurry, conosciuto in tutto il mondo per le sue immagini come quella della ragazza afgana pubblicata come copertina del National Gographic Magazine.

IMPRESSIONISMO E AVANGUARDIE. A Palazzo Reale (Milano) a marzo arriverà “Impressionismo e Avanguardie” con 50 capolavori di grandi nomi della pittura mondiale come Monet, Picasso, Degas e Renoir. Picasso sarà anche protagonista, ancora a Palazzo Reale, a ottobre, con “Picasso e il Mito” nel rapporto tra l’artista e l’antichità greco-romana.

SURREALISMO. “Magritte e il Surrealismo” è infine il titolo della mostra a Palazzo Blu (Pisa) anch’essa a partire da ottobre.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*