Piera Ventre in Villa Fabbricotti per presentare “Gli spettri della sera”

Un romanzo corale che racconta la storia di una famiglia

Il pubblico della rassegna. Edizione 2022
Share

Pubblicato ore 12:00

LIVORNO – Questo pomeriggio, 6 luglio ore 19.00 Piera Ventre presenta “Gli spettri della sera” (Neri Pozza, 2023) nell’ambito della rassegna “Leggermente” che si tiene in Villa Fabbricotti.

Introducono: Michele Cecchini, professore e scrittore e Camilla del Corona di Cooperativa Itinera, bibliotecaria specializzata in organizzazione e gestione delle collezioni.

In questa occasione sarà presente il servizio di interpretariato di LIS (Lingua dei Segni Italiana) e di sottotitolazione a cura dell’Associazione Comunico.

La scrittura matura, accurata e ben fatta costruisce questo romanzo corale che racconta tra Napoli e il Piemonte la storia di una famiglia che vive gli anni ottanta e novanta del secolo scorso. “Omaggiando la terra che ha dato i natali a Pavese, a Fenoglio, a Revelli, con Gli spettri della sera Piera Ventre celebra ciò che alimenta da sempre la civiltà del vivere: l’incontro tra generazioni diverse in un luogo in cui nulla risulta estraneo a chi vi dimora, nemmeno gli spettri”.

L’autrice

Piera Ventre è nata a Napoli nel 1967. Laureata in Logopedia presso l’Università degli studi di Pisa, è specializzata come Assistente alla comunicazione. Socia ordinaria e Consigliera dell’Associazione di promozione sociale Comunico, collabora con le scuole di Livorno, città in cui vive dal 1987. Ha scritto testi brevi in raccolte antologiche e siti letterari. Per Neri Pozza ha pubblicato Palazzokimbo (2016), Sette opere di misericordia (2020) e Le stampe del tempo (2021).

Tutti gli incontri sono a ingresso libero e gratuito ma è consigliata la prenotazione per trovare posto a sedere, al sito leggermente.eventbrite.it.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*