Picchi, Mascagni e Modigliani: Mo-wan Teatro porta a Roma i tre monologhi

Alla regia Alessandro Brucioni. Interpretazione Michele Crestacci

Alessandro Brucioni e Michele Crestacci. Foto: Cecilia Foschi
Share

Pubblicato ore 16:00

  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Modigliani, Picchi e Mascagni sbarcano a Roma grazie a Mo-wan Teatro il collettivo formatosi nel 2009 a Livorno, che si occupa di narrazione, prosa e drammaturgia composto da Alessandro Brucioni, Michele Crestacci, Claudia Caldarano, Leonardo Fiaschi, Giacomo Masoni, Giorgio Arimondi e Francesca Bernardini. I tre monologhi dedicati a tre grandi personaggi livornesi, verranno presentati al pubblico romano dal 9 al 14 novembre al Teatro Due (vicolo dei Due Macelli, 37).

“Non c’era mai capitato di mettere in scena tre monologhi negli stessi giorni – ha detto Alessandro Brucioni, scrittura del testo insieme a Crestacci e regia – è una cosa nuova. Tutti i monologhi che abbiamo presentato negli ultimi anni sono sempre usciti dalla nostra città, non è una novità quindi che sbarchino in altri luoghi, però mai insieme e poi è la prima volta che andiamo nella Capitale, è una tappa particolare”.

Come pensate possa reagire il pubblico romano?

“Diverse persone di Roma hanno già visto “Modigliani” in occasione delle celebrazioni per i cento anni dalla morte e si sono divertite molto – prosegue Brucioni – I romani per spirito, per tipo di umorismo e sarcasmo sono molto vicini ai livornesi. In generale però posso dire che il pubblico ha reagito sempre bene, abbiamo sempre sentito la partecipazione e il divertimento di chi era in sala. Nei nostri monologhi è vero che ci sono alcuni aspetti più comprensibili per alcuni pubblici e meno per altri, però anche pubblici che credevo potessero rispondere meno bene di altri, mi hanno sorpreso in positivo. Credo che tutto questo sia dovuto al modo in cui si pone lo spettacolo che è franco, genuino, sincero e le persone non sentono nessun artificio, ma il nostro piacere di voler raccontare”.

Cosa rappresenta per voi la tappa a Roma?

“Roma è una vetrina – spiega Brucioni – è un momento di possibile confronto. La cosa particolare è che presentare tre lavori per noi è una bella sfida e un’opportunità per far conoscere il punto di vista artistico che portiamo avanti da tempo, magari con la possibilità di farlo conoscere anche agli operatori del settore, non solo al pubblico”.

Per chi si trovasse a Roma ricordiamo che gli spettacoli andranno in scena:

“Modigliani” il 9 e 10 novembre;
“Picchi” l’11 e il 12 novembre;
“Mascagni” il 13 e 14 novembre.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*