Pasolini, convegno e lezioni per approfondire la sua opera

Letteratura e cinema a Villa Fabricotti e Villa Maria

Pasolini in convegno e una serie di lezioni per approfondire la sua opera a villa Maria e Villa Fabbricotti
Pier Paolo Pasolini
Share
  • di Gianluca Donati

LIVORNO – L’associazione “Città filosofica” in compartecipazione con il Comune di Livorno, riporta sotto la lente critica la figura di Pier Paolo Pasolini soprattutto come scrittore, sul quale negli ultimi anni l’attenzione si è un po’ allentata a favore del Pasolini cineasta.

A tale proposito è stato organizzato un convegno dal titolo “Pasolini uomo di lettere” in programma per sabato 24 novembre alla Biblioteca Labronica di Villa Fabbricotti.

A questo si uniscono poi una serie di lezioni su alcuni concetti chiave del cinema di Pasolini, dallo spessore soprattutto filosofico, che si terranno presso la Biblioteca di Villa Maria (via Redi, 22) nei mesi di gennaio e febbraio. Gli eventi sono a ingresso libero.

Il convegno

Il convegno, a cura del prof. Paolo Lago, si svolgerà dalle ore 9 alle 18 e propone di analizzare in particolar modo l’opera letteraria e poetica del letterato e regista da diverse prospettive.

Interverranno studiosi da diverse parti d’Italia:

Pasolini in convegno e una serie di lezioni per approfondire la sua opera a villa Maria e Villa Fabbricotti
Pasolini scrittore

Roberto Chiesi, critico cinematografico e responsabile del Centro Studi – Archivio Pasolini della Cineteca di Bologna;
Marco Marchi, già Ordinario di Letteratura italiana moderna e contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Firenze;
Francesca Tuscano, slavista, poetessa e traduttrice;
Andrea Cerica, dottorando presso l’Università di Pisa con una tesi dal titolo “Pasolini e i poeti antichi. Scuola, poesia, teatro”;
Paolo Lago, critico letterario e cinematografico, dottore di ricerca in “Scienze linguistiche, filologiche e letterarie” presso l’Università di Padova con una tesi dal titolo Pasolini traduttore dei classici greci e latini;
Iuri Lombardi, poeta, scrittore, saggista e drammaturgo.

In particolare, l’intervento di Roberto Chiesi intende affrontare le poesie di Pasolini “Coccodrillo” e “Poeta delle ceneri”, di stampo autobiografico. Inerenti ai fitti rapporti dell’opera pasoliniana con le letture classiche e con quella italiana del Due e del Trecento sono invece le relazioni di Andrea Cerica, di Paolo Lago e di Marco Marchi. Relazioni dedicate all’attività di Paolini traduttore dei classici grechi e latini, alla sua passione intellettuale per quegli stessi autori indagata fin dai banchi di scuola e al suo rapporto con l’autore forse più importante dell’intera storia della letteratura italiana: Dante Alighieri.
Francesca Tuscano analizza poi i punti di contatto dell’opera pasoliniana con la letteratura russa, in special modo con l’opera di Dostoevskij, autore molto amato e “utilizzato” da Pasolini.
A un’analisi più serrata dell’intera opera narrativa e poetica del nostro, infine, è dedicato l’intervento del poeta e scrittore, Iuri Lombardi.

Pasolini e il cinema: il deserto

Un’immagine da “Edipo Re”

Le lezioni dedicate al Pasolini cineasta verteranno sull’analisi dello spazio, in particolare del deserto, in tre film: “Edipo re“, “Teorema” e “Porcile“.

Gli incontri (ore 17.30 a Villa Mari) sono in programma per il 17 gennaio (Federico Sollazzo “La nostalgia di un altro divenire”); 31 gennaio (Paolo Lago “Edipo Re”); 14 gennaio (Paolo Lago “Teorema”) e 28 febbraio (Paolo Lago “Porcile”).
Ogni incontro sarà introdotto da Alessandro Rizzacasa, presidente di “ Città filosofica”. Le lezioni sono a cura di Giorgio Mannucci Vicepresidente di “Città filosofica”.

Il programma

Villa Fabbricotti – Convegno “Pasolini uomo di lettere”
Sabato 24 novembre 2018 – Curatore Paolo Lago

09:15 – Saluti isituzionali e introduzione al convegno
10:00 – Paolo Lago, I classici vivi di Pasolini: Virgilio e Plauto
10:45 – Andrea Cerica, Pasolini studente di Lettere
11:30 – Iuri Lombardi, Pasolini e il romanzo antropologico: il romanziere delle borgate allievo di Gramsci e Gobetti
12:15 – Riflessione collettiva pubblica
12:45 – Pausa
15:00 – Roberto Chiesi, Poeta delle Ceneri e Coccodrillo: le due autobiografie in versi di Pasolini.
15:45 – Marco Marchi, L’esempio di Dante
16:30 – Francesca Tuscano, Tetro entusiasmo. Freud nelle letture dostoevskiane di “Descrizioni di Descrizioni”
17:15 – Riflessione collettva pubblica
18:00 – Chiusura dei lavori

Villa Maria
“Spazio deserto nei film di Pier Paolo Pasolini” a cura di Giorgio Mannucci, vicepresidente di “Città filosofica”

Giovedì 17 gennaio 2019
Federico Sollazzo: La nostalgia di un altro divenire

Giovedì 31 gennaio 2019
Paolo Lago: “Edipo Re”

Giovedì 14 febbraio 2019
Paolo Lago: “Teorema”

Giovedì 28 febbraio 2019
Paolo Lago: “Porcile”

Introduce gli eventi Alessandro Rizzacasa Presidente di “Città filosofica”

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*