“Ossimori contemporanei”, la mostra di Laura Venturi allo Studio Arte Mes3

Visitabile fino al 3 novembre

Share

Pubblicato 12:00

LIVORNO – Si intitola “Ossimori contemporanei” la mostra di Laura Venturi che verrà inaugurata domani, sabato 17, alle ore 18 allo “Studio Arte Mes3 – Spazio Eventi” in via Verdi.

“La passione per il disegno è il sentimento che fin dall’adolescenza ha portato Laura Venturi a maturare la scelta di un futuro – scrive Giuliana Donzello, critico d’arte e curatrice della mostra – Spinta dalle forze più autentiche del ’68, aperta alla conoscenza e alla verifica dei rapporti tra natura e luce, la pittrice non disdegna di misurarsi con i compagni di diverso percorso nell’esperienza en plein air. Le opere degli esordi contengono già quei modellati in rilievo su sfondi uniformi che in maturità porterà l’artista a superare la fisicità della materia, per ricercare gli effetti del rilievo e della profondità che conferiranno al quadro l’impressione di articolarsi nello spazio. È il periodo fecondo che va dalla fine degli Anni 90 al 2007, segnato da un virtuosismo espresso da ampi panneggi, plasticità, curvilinee, intrichi cui si contrappongono ampie spirali, ma anche toccati da una luce tenue e colori morbidi: ossimori, come il titolo della mostra, rivelatori di un equilibrio sempre sul punto di rompersi per portare alla luce un tumulto interiore difficilmente controllabile”.

“La fase successiva (dal 2008 in poi) è il momento liberatorio di ogni tensione interiore – prosegue Donzello – La potenzialità creativa emerge dal profondo e trova nuova espressione nella trasformazione radicale del suo linguaggio pittorico: i colori tenui sono surclassati da una gamma cromatica forte e densa. Nelle opere più recenti è pressante infatti la ricerca di un equilibrio che è tanto più instabile, quanto più palesemente si svelano gli elementi di un linguaggio assolutamente personale, assolutamente autonomo. Sono le forze binarie legate al rapporto tra colore ed emozione; è la dialettica dei contrari, in cui la temporalità di un percorso apparentemente lineare si scontra con il rapporto dicotomico di realtà-inconscio”.

La mostra sarà aperta fino al 3 novembre.
Orari: dal martedì al sabato ore 10-12 e 16-19.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*