Nastri d’Argento, trionfa “Dogman” e conquista otto premi

Quattro riconoscimenti a Loro di Paolo Sorrentino film su Silvio Berlusconi

nastri d'argento
Una scena tratta dal film Dogman

TAORMINA – È andato a Dogman di Matteo Garrone il Nastro d’Argento per il miglior film. Il Teatro antico di Taormina ha ospitato la 72esima edizione dei Nastri d’argento. Il film di Garrone, che aveva già vinto al Festival di Cannes nella categoria miglior attore maschile premiando il protagonista Marcello Fonte, ha ricevuto anche altri sette riconoscimenti quello al miglior regista, miglior scenografia, al miglior attore protagonista rispettivamente a Marcello Fonte ed Edoardo Pesce, al miglior produttore, miglior casting director e migliore sonoro in presa diretta.

Anche Loro di Paolo Sorrentino film su Silvio Berlusconi ha ricevuto molti Nastri: miglior attrice a Elena Sofia Ricci nei panni di Veronica Lario, miglior attore non protagonista a Riccardo Scamacio, miglior attrice non protagonista a Kasia Smutniak, miglior sceneggiatura scritta da Sorentino e Umberto Contarello.

Premio anche a Paola Cortellesi per la sua interpetazione in Come un gatto in tangenziale. Premio Nastro Cinema Internazionale per la regia a Ella e John di Paolo Virzì

Tutti i premiati:

Miglior film: Dogman, regia di Matteo Garrone
Miglior regista: Matteo Garrone, Dogman
Miglior film commedia: Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani
Miglior produttore: Archimede, Rai Cinema: Matteo Garrone e Paolo Del Brocco in Dogman
Miglior soggetto: Luciano Ligabue per Made in Italy
Migliore sceneggiatura: Paolo Sorrentino e Umberto Contarello in Loro
Migliore attore protagonista: Marcello Fonte e Edoardo Pesce in Dogman
Migliore attrice protagonista: Elena Sofia Ricci in Loro
Migliore attore non protagonista: Riccardo Scamarcio in Loro
Migliore attrice non protagonista: Kasia Smutniak in Loro
Migliore attore in un film commedia: Antonio Albanese in Come un gatto in tangenziale
Migliore attrice in un film commedia: Paola Cortellesi in Come un gatto in tangenziale
Migliore fotografia: Gian Filippo Corticelli in Napoli velata
Migliore scenografia: Dimitri Capuani in Dogman
Migliori costumi: Nicoletta Taranta in Agadah e A Ciambra
Migliore montaggio: Walter Fasano in Chiamami col tuo nome, ex aequo con Marco Spoletini in Dogman
Migliore sonoro in presa diretta: Maricetta Lombardo in Dogman e L’intrusa
Migliore colonna sonora: Pivio e Aldo De Scalzi in Ammore e malavita
Migliore canzone originale: Bang bang in Ammore e malavita
Miglior casting director: Francesco Vedovati in Dogman
Nastro speciale: Paolo e Vittorio Taviani, per la regia di Una questione privata
Nastro Cinema Internazionale: Vittorio Storaro per la fotografia del film La ruota delle meraviglie e Paolo Virzì per la regia di Ella & John – The Leisure Seeker
Nastro ArgentoVivo cinema&ragazzi: Gabriele Salvatores per Il ragazzo invisibile – Seconda generazione
Nastro d’argento alla carriera: Gigi Proietti
Nastro d’argento speciale: Al cast di A casa tutti bene, regia di Gabriele Muccino
Premio Nino Manfredi: Claudia Gerini per A casa tutti bene e Ammore e malavita
Altri premi: Gatta Cenerentola per la qualità, l’innovazione e il coraggio produttivo

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*