Welcome to the illusion, emozioni e nostalgia in omaggio ai Guns N’ Roses

Stasera al The Cage arriva Andrea Venerus

I Welcome to the illusione al The Cage. Foto: L. Cioni
Share
  • di Lorenzo Cioni

LIVORNO – “You know where you are? You’re in the jungle baby!”, così i Guns N’ Roses mandavano in delirio le folle oceaniche durante i loro concerti e così ieri sera la tribute band Welcome to the illusion ha fatto danzare e cantare il teatro The Cage.

Foto: L. Cioni

La band composta da Marco Biuller alla voce, Mamo Giusti alla chitarra, Alex Sabadini alla chitarra, Valerio Sereni al basso, Enrico Angeloni alla batteria e BluesJBonus alle tastiere porta sui palchi d’Italia la musica, la passione e la potenza del sound dei Guns N’ Roses.

La band esordisce come da tradizione con il pezzo “It’s so easy” seguita dalla canzone quasi dance “Mr Browstone”. Il concerto è un percorso nella musica che ha fatto scatenare migliaia di persone con grandi hits del celeberrimo gruppo statunitense. Molti pezzi storici come “Welcome to the Jungle”, “Sweet child o mine”, “November Rain”, “Patience” fanno cantare i fan più accaniti spesso anche con un sorriso di nostalgia agli anni d’oro dei Guns n Roses.

I Welcome to the Illusion sparano un colpo di pistola a loro favore con “Move to the City” e “You could be mine” (colonna sonora del film Terminator). Arriva il momento dei più romantici con “November Rain” ,“Patience” e “Knoking on havens Door”. Il concerto volge al termine, mancano solo due canzoni alla fine. Le due canzoni scelte dai Welcome to the Illusion sono”Don’t Cry” e la celeberrima “Paradise City” che viene usata per concludere come tradizione impone.

Foto: L. Cioni

Il concerto è un concentrato di emozioni e di hits che i Welcome to the illusion cantano come se fossero state scritte per loro. La band segue una filosofia molto semplice, che è la filosofia dei Guns N’ Roses ovvero Rock ‘n’ roll. Il loro look ed il loro sound fanno percepire quell’aria di rock che si respirava nei pub di Los Angeles all’inizio della scalata dei Guns N’ Roses sino alla vetta degli dei del rock mondiale.

La band inoltre vanta di collaborazioni con il chitarrista ritmico dello storico gruppo dal 1991 al 1993 Gilby Clarke. I Welcome to the Illusion portano sui palchi una passione per il rock ‘n’ roll e la passione viene ripagata dal pubblico che si emoziona e che balla con la band. Show molto emozionante e con una punta di nostalgia degli anni ’80.

Per concludere in un film chiamato “School of Rock” in un dialogo Jack Black risponde alla domanda “Che succede?” con la frase “Ci scappa del rock, ciccio”, ed è quello che i Welcome to the illusion rispondono sul palco ogni volta che iniziano a suonare canzoni cosi belle e cosi ricche di storia, portando in alto la bandiera dei Guns N’ Roses.

La musica continua questa sera con Andrea Venerus, milanese, che presenterà uno dei concerti più interessanti della stagione. Il 16 novembre 2018 ha lanciato il suo primo progetto discografico, l’EP “A che punto è la notte” pubblicato da AsianFake. In apertura toccherà ai DARRN, quartetto composto da due producer, un cantante e un grafico.
Porte aperte dalle 22. Costo del biglietto 10 euro + diritti di prevendita. Dopo il concerto tocca a My Generation – Cage Night Party.
Disponibile per entrambe le serate il taxi su chiamata allo 0586883377.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*