Il The Cage ottiene dal Senato il riconoscimento dei Live Club. Barbato: “Punto di svolta”

Per la promozione e il sostegno delle produzioni musicali dal vivo

Foto di donations welcome da Pixabay
Share

Pubblicato ore 19:55

LIVORNO – Il The Cage protagonista nel riconoscimento dei Live Club da parte del Senato della Repubblica. Proprio mentre si avvicinano le battute finali della stagione 2021-2022, il The Cage festeggia la notizia del riconoscimento formale da parte del Senato della Repubblica della funzione sociale e culturale dei Live Club.

Le commissioni Cultura e Lavoro del Senato hanno approvato l’emendamento al ddl delega Spettacolo che riconosce i Live Club quali soggetti che operano in modo prevalente per la promozione, la diffusione e il sostegno di produzioni musicali dal vivo.

Una notizia molto importante come spiega Toto Barbato, direttore artistico del live club livornese: “Fino al 4 maggio (data dell’approvazione dell’emendamento, ndr) non avevamo una nostra identità riconosciuta, eravamo assimilati a volte alle discoteche, altre volte ai bar che fanno spettacoli e musica dal vivo, e dovevamo sottostare ai loro regolamenti. Paradosso che è emerso in tutta la sua assurdità quando ci siamo messi al tavolo con le istituzioni per parlare di ristori e ripartenza post-Covid”.

Toto Barbato è uno dei sette membri del direttivo nazionale di KeepOn Live, l’associazione che da anni è impegnata in un intenso dialogo con il Governo e con le istituzioni al fine di raggiungere il riconoscimento formale dei live club italiani: nel 2021 era salito sul palco dell’Ariston durante il Festival di Sanremo proprio per rappresentarli.

“Siamo a un punto di svolta – spiega – avendoci riconosciuti, adesso le istituzioni devono legiferare cucendoci addosso un vestito adatto, che sia esclusivo solo per noi. Un po’ come quanto fu fatto per i cinema d’essai. Questo è importantissimo per poter accedere a fondi specifici o a rivendicare le nostre istanze in merito ad alcune norme, come quelle sulla sicurezza o sulle capienze”.

Parallelamente il The Cage è impegnato nella creazione di un coordinamento dei live club toscani e di una rete locale: “Mi piacerebbe avviare una collaborazione con l’assessore alla Cultura del Comune di Livorno Simone Lenzi, così da creare qualcosa di specifico per il nostro territorio che possa tutelare le realtà come la nostra e aiutarle a svilupparsi. Soprattutto adesso che anche lo Stato ci ha riconosciuti come luoghi in cui si produce e diffonde cultura”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*