Il grande violinista Uto Ughi in concerto al Teatro Goldoni

Con il pianista Alessandro Specchi per una serata sul tema “Note d’Europa”

uto ughi al teatro goldoni
Uto Ughi
Share
  • di Gianluca Donati

LIVORNO – Segnatevi la data del 22 febbraio, perché quella sera alle ore 21, al Teatro Goldoni si esibirà un grandissimo artista acclamato in tutto il mondo e particolarmente caro alla nostra città: stiamo parlano di Uto Ughi, tra i vertici della Scuola Violinistica Italiana.

uto ughi al teatro goldoni
Un momento della conferenza

Lo spettacolo è stato presentato alla stampa dall’Assessore alla cultura di Livorno Simone Lenzi, dal Presidente del Rotary Club Livorno e Fondazione Livorno Arte e Cultura Luciano Barsotti, dal Direttor Generale Fondazione Teatro Goldoni Marco Leone, e dal direttore artistico Amici della Musica di Livorno e Livorno Music Festival Vittorio Ceccanti.

Ughi ha mostrato uno straordinario talento precoce: all’età di sette anni si è esibito per la prima volta in pubblico. Da allora la sua carriera non ha conosciuto soste; ha suonato, infatti, in tutto il mondo, nei principali Festivals con le più rinomate orchestre sinfoniche sotto la direzione dei più importanti direttori d’Orchestra. La Presidenza del Consiglio dei Ministri l’ha nominato Presidente della Commissione, incaricata di studiare una campagna di comunicazione a favore della diffusione della musica classica presso il pubblico giovanile. Il 4 settembre 1997 il Presidente della Repubblica gli ha conferito l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce per i suoi meriti artistici. Nell’aprile 2002 gli è stata invece assegnata la Laurea Honoris Causa in Scienza delle Comunicazioni.

Il Maestro Ughi delizierà il pubblico del Goldoni con il suo violino, accompagnato al pianoforte da Alessandro Specchi in un’esibizione sul tema “Note d’Europa”. I brani eseguiti saranno “Ciaccona” di T. A. Vitali, “Sonata n.7 op. 30 n.2” di L. van Beethoven, “Quattro pezzi romantici op. 75” di A. Dvorak, “Polonaise da concerto op.4” di H. Wieniawski, e “Tzigane” di M. Ravel. Il brano di Beethoven sarà un omaggio al grande compositore nel 250° dalla nascita.

Ughi suona un “Guarnieri del Gesù” del 1744, probabilmente uno degli esemplari di violino più eccellenti esistenti al mondo, dal suono caldo e dal timbro scuro; e uno Stradivari del 1701 denominato Kreutzer, perché appartenuto all’omonimo violinista a cui Beethoven ha dedicato in passato la famosa Sonata.

L’evento è organizzato dall’Associazione Amici della Musica Livorno e Rotary club Livorno, in compartecipazione con Comune di Livorno e in collaborazione con la Fondazione Teatro Goldoni e l’intervento dello sponsor Gianni Cuccuini e sponsor tecnico Scorpio Comunicazione e Pubblicità.

I prezzi dei biglietti vanno da un massimo di 35 euro a un minimo di 10 euro. Inoltre è importante segnalare che il ricavato degli incassi dell’esibizione di Ughi e Specchi, sarà destinato al finanziamento di borse di studio in favore di giovani musicisti europei “under 25” della X edizione del Livorno Musical Festival.

Programma

1. T. V. Vitali – “Ciaccona”
2. L. van. Beethoven – “Sonata n.7 op. 30 n.2
3. A. Dvorak – “Quattro pezzi romantici op. 75
4. Wieniawski – “Polonaise da concerto op. 4
5. M. Ravel – “Tzigane”

Informazioni

Biglietteria: 0586204290.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*