Estate a Villa Trossi inaugura il Festival di Musica Antiqua

Un nuovo appuntamento dedicato alla musica tra '500 e '700

festival musica antiqua
Foto: Fondazione Trossi Uberti
Share

Pubblicato ore 12:00

LIVORNO – Estate a Villa Trossi inaugura un nuovo appuntamento dedicato alla musica che dalla fine del ‘500 arriva al volgere del ‘700. Si tratta del Festival di Musica Antiqua e si svolgerà questa sera, giovedì 23, e domani, venerdì 24 luglio, nella cornice del parco di Villa Trossi (via Ravizza 76).

Due serate di raro livello cui sono sono stati invitati alcuni tra i più significativi musicisti di questo genere.

festival musica antiqua
Passant Melancolie. Foto: Fondazione Trossi Uberti

Apre il Festival questa sera alle ore 21.30 con “Passant Melancolie“, un concerto dedicato alle musiche di fine ‘500 eseguite dall’ensemble di viola da gamba diretto da Bettina Hoffmann, con danzatori in costume rinascimentale. Con lei sul palco, altre alle violiste Argentina Becchetti e Francesca Carolina Lorenzetti, saranno presenti i danzatori in costume Simona Grazzini e Angelo Paolo De Lucia.

Gli artisti

Bettina Hoffmann, nata a Düsseldorf, si perfeziona in viola da gamba alla Musikhochschule di Mannheim. Nel 1982 si trasferisce a Firenze dove diventa membro dell’orchestra barocca Modo Antiquo e direttrice dell’ensemble medievale Modo Antiquo. Dà concerti nei maggiori festival di musica antica e nei teatri europei. La sua discografia conta attualmente più di 70 cd. Nel 1997 e nel 2000, con due CD di Modo Antiquo, ottiene la nomination ai Grammy Awards. Le sue incisioni di musica medievale sono sostenute dalla Westdeutscher Rundfunk Köln (WDR). E’ docente di viola da gamba al Conservatorio «Arrigo Pedrollo» di Vicenza, e docente di viola da gamba e di musica d’insieme antica alla Scuola di Musica di Fiesole. Nel 2011 ha dato vita alla Giornata Italiana della Viola da Gamba, insignita dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano della sua medaglia di rappresentanza.

festival musica antiqua
Gli Artisticamente Pizzicando. Foto: Fondazione Trossi Uberti

Il secondo appuntamento è per domani, 24 luglio, alle 21.30 con il gruppo ArtisticaMente Pizzicando, che propone musiche del periodo Barocco e Galante con Patrizia Minuti al clavicembalo, Antonio Ghezzani alla chitarra e Mirco Mannozzi al mandolino.

Gli artisti

Patrizia Minuti si diploma in pianoforte al conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara e si specializza nella didattica pianistica esibendosi al contempo in varie formazioni di musica da camera, duo pianistico e come solista. Fonda la scuola di Musica F.A.F. di Pisa e collabora con diverse realtà Toscane come direttore e consulente didattico. Studia clavicembalo e prassi esecutiva barocca all’Accademia Internazionale D’Organo Giuseppe Gherardeschi di Pistoia.

Antonio Ghezzani diplomato al Conservatorio di Livorno, è stato, in seguito, allievo di Alberto Ponce alla Normale di Parigi, diventando prima chitarra della “Philharmonie de Fontainebleu” durante l’esecuzione del “Concierto de Aranjuez”. Nella sua carriera ha voluto spaziare dal rock al cantautorato, dalla musica classica occidentale ed orientale alla musica folk del Mediterraneo e vanta collaborazioni importanti in ambito nazionale ed internazionale. Ha suonato per anni, live e in studio, con il cantautore livornese Bobo Rondelli, con la cantante Anna Granata, con cui ha partecipato al “Premio Tenco” e, ancora, con il popolare gruppo toscano Carneigra di cui è stato un membro storico. Dopo anni di studio dello strumento, ha deciso di affiancare alla sua attività di musicista, quella di Mastro Liutaio, aprendo a Livorno nel 2012 il laboratorio Tu Guitars.

Mirco Mannozzi è diplomato in viola e si è specializzato nella prassi esecutiva della Musica Barocca. Ha fatto parte del Orchestra Maggio Fiorentino Formazione, suonando sotto la direzione di vari direttori d’orchestra, tra cui Zubin Metha e presso l’ Accademia di Musica Antica a Brunico. Successivamente passa allo studio del mandolino e della mandola al seguito del M°Carlo Aonzo. Con questi strumenti spazia in un repertorio molto esteso dal barocco al classico, fino alla musica folk-jazz, e anche alla tradizione popolare italiana. Suona in varie formazioni portando alla riscoperta di questi due strumenti cosi antichi e poliedrici.

Prenotazioni al 3385081221.
Ingresso euro 10.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*